Volkswagen up!: la citycar personalizzabile

Volkswagen up

Piccola, agile, ma capace di buone prestazioni. La Volkswagen up! è una citycar che si guida piacevolmente. Sul mercato dal 2011 ma ridisegnata a partire dal 2016, la piccoletta di Wolfsburg ama distinguersi. Non soltanto perché è la più piccola tra le vetture della casa con sede nella Bassa Sassonia. La quattro posti tedesca piace perché è personalizzabile, dentro è fuori. Una vettura pensata per chi, pure nel traffico, non ama passare inosservato.

Volkswagen up!: design e interni

Esternamente, la Volkswagen up! è un mix di curve e spigoli come nella migliore tradizione delle citycar. E sia che la scegliate a tre o a cinque porte, sono tante le combinazioni di colori che coinvolgono specchietti, tetto e inserti. Non solo, persino i cerchi sono disponibili in dieci differenti versioni, una in acciaio e le restante in lega, di dimensioni comprese tra i 14 e i 17 pollici di diametro.

Le forme sono semplici e dinamiche. Accattivante il muso, con il paraurti scolpito e le luci al LED di serie. Lateralmente, invece, le linee sono essenziali, eccezion fatta per gli specchietti, eleganti e con indicatori di direzione incorporati. Piace anche il posteriore, con la porta del baule dove trovano ampio spazio il nero e le luci posteriori dallo sviluppo verticale.

Interni della Volkswagen up!
Interni della Volkswagen up!

La Volkswagen up! è una “navicella” lunga appena 360 centimetri, larga 164, il tutto per un metro e mezzo di altezza. Eppure, lo spazio a bordo non manca, anzi. In quattro, in città, ci si muove sufficientemente comodi. Non male neppure lo spazio al bagagliaio, considerate le dimensioni, in grado di portare la capienza da 213 a oltre 900 litri. Anche in questo caso, però, il punto forte è il potenziale di personalizzazione. Sono infatti 10 i rivestimenti tra i quali scegliere i sedili, e 8 le possibili configurazioni della plancia. Non solo, con Design Pack e Style Pack è possibile incidere persino sui dettagli.

Manca  però uno schermo per l’infotainment, anche se, grazie al sistema Composition Phone (compatibile sia con IOS che con Android), è possibile trasformare lo Smartphone nel computer di bordo. Sempre a proposito di tecnologia, si apprezza la presenza del City Emergency Brake. Sistema di serie per le frenate di emergenza in caso di pericolo tamponamento.

Motore e prestazioni

La Volkswagen up! è disponibile sia con motore benzina che alimentata a metano. Nel primo caso, sono ben tre le motorizzazioni e tutte dotate di 999 centimetri cubi di cilindrata con 3 cilindri in linea. I mille alimentati a benzina differiscono però per numero di cavalli, rispettivamente 60, 75 e 90. Ma, mentre i primi dichiarano 95 Newton metri alla voce coppia massima, il 3 cilindri da 90 cv ne annovera 160. Le prestazioni sono abbastanza vicine, con il benzina da 60 cavalli che si spinge fino alla punta massima di 162 chilometri orari, mentre il 90 cv arriva fino a 185 l’ora. In mezzo, il mille da 75 cavalli che come velocità massima dichiara di 173 km/h. Proprio quest’ultimo, è il solo tra i motori benzina a essere disponibile anche nella versione con cambio automatico in alternativa al manuale a 5 rapporti.

Alimentata a metano, invece, la Volkswagen up! è disponibile sempre con motore da 999 cc e 3 cilindri in linea. In questo caso, però, i cavalli sono 68 e i Newton metri alla coppia massima 90. La velocità di punta è attestata ai 165 orari e, oltre a una riserva di metano fino a 11 kg, la citycar tedesca dispone anche di un piccolo serbatoio di benzina da 10 litri.

Vista posteriore

Volkswagen up!: prezzo e consumi

Oltre alle quattro motorizzazioni, la Volkswagen up! dispone di tre differenti allestimenti: take up!, move up! e high up! tutti selezionabili in versione alimentata a benzina o a metano. Il prezzo di partenza, tuttavia, è quello definito dalla quattro posti teutonica in allestimento take up! con motore benzina da 60 cavalli, acquistabile a partire da 11.500 euro. Mentre con alimentazione a metano la base di acquisto è fissata a 13.750 euro.

Conformemente alla mole, i consumi sono molto buoni. La Volkswagen up! ha un’autonomia in ciclo combinato compresa tra i 18 e i 20 chilometri per litro di benzina. Mentre alimentata a metano, la quattro posti sassone impiega poco meno di 4 kg di gas nel percorrere 100 chilometri di strada.

Anche le emissioni sono ragionevoli. La piccola Volkswagen rilascia tra i 115 e i 130 grammi di anidride carbonica per chilometro se alimentata a benzina. Mentre sono leggermente più basse le emissioni con motore a metano, il quale disperde nell’aria 102-106 grammi di CO2 ogni mille metri percorsi.

Video interessanti

  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Consigli utili per la guida in pista
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote