Toyota Yaris: una city car innovativa e di carattere

Toyota Yaris

Toyota Yaris è lunga 3.90m, larga 1.69m e alta 1.51m: nell’ultimo modello prodotto dalla casa giapponese prende spunto dal design della Prius. Questo è maggiormente visibile al frontale con i due gruppi ottici accattivanti e taglienti che terminano a punta verso l’interno e che disegnano al loro interno una firma luminosa a “Y” a led mentre abbaglianti, anabbaglianti e indicatori di direzione rimangono alogeni.

A fare da protagonista è anche l’enorme griglia nera che occupa un buon 70% della calandra. Ai lati del frontale troviamo due fendinebbia circolari incastonati nelle due nervature a sviluppo orizzontale. Sono più evidenti le modifiche al posteriore con i fari a sviluppo orizzontale dalla tecnologia a led e il paraurti bombato verso l’esterno.

Il taglio laterale rimane invece molto pulito e razionale senza prese d’aria e nervature pronunciate se non per una leggera nella parte alta a ridosso dei finestrini, mentre in basso c’è una banda personalizzabile nei colori che dona un look più fresco a Yaris.

Toyota Yaris: interni

Per quanto riguarda lo spazio si difende ancora bene, partendo dal bagagliaio sono presenti 286 litri con un fondo regolare mentre le pareti non sono perfettamente dritte a causa di alcune protuberanze delle plastiche. È possibile disporre i bagagli su due piani del vano in modo tale che una volta abbattuti i sedili si abbia un piano di carico perfettamente parallelo. Mancano però dei ganci per fissare oggetti, delle prese elettriche e non c’è spazio per la sistemazione della cappelliera se si decide di rimuoverla.

Interni della Toyota Yaris
Interni della Toyota Yaris

Abitacolo posteriore

Una volta passati all’abitacolo l’ingresso è kyless e la cosa che stupisce è la ottima abitabilità di questa vettura che sedendosi al posteriore consente di avere un ottimo spazio per gambe, piedi e testa anche per chi decide di sedersi nella zona centrale. Mancano però le bocchette del clima, delle prese usb per ricaricare smartphone o altri oggetti tech e degli scomparti sui pannelli porta. Sono presenti invece per riporre gli oggetti delle tasche dietro ai sedili anteriori e infine nota positiva sono i finestrini che possono scendere quasi del tutto.

Abitacolo anteriore

Salendo all’anteriore il confort non manca e c’è una buona ampiezza del giro-porta che consente di salire senza rischiare di battere la testa anche se le impostazioni di regolazione sedile sono tutte manuali senza alcuna memorizzazione. L’elemento che lascia a desiderare è forse il design che risente degli anni alle spalle e risulta non troppo moderno. I materiali di maggior impiego son plastiche di differenti fatture e rigidità e nel complesso l’assemblaggio risulta buono senza alcun particolare rumore durante la guida. Gli spazi all’anteriore ci sono e consentono di riposizionare qualunque oggetto quotidiano mancano però le retroilluminazioni per vari tasti della plancia.

toyota yaris
Vista posteriore

Tecnologia di bordo

L’infotainment che domina la plancia utilizza una tecnologia touch-screen accompagnata da dei tasti fisici un po’ troppo piccoli che non danno un buon feeling nell’effettivo compimento dell’azione. La grafica del display e la velocità di risposta del sistema son anch’essi da rivedere ma se non si pretende troppo consentono comunque un normale utilizzo.

È presente poi la telecamera posteriore che da l’anteprima reale sul display durante il parcheggio, la presa usb e l’ingresso aux. Mancano Android Auto e Apple Car Play. Dal lato guidatore è integrato sul cruscotto un display multi-funzione TFT a colori da 4,2 pollici che consente di leggere le informazioni della vettura gestibili anche con i comandi al volante.

I sistemi di sicurezza di Yaris

Abbaglianti automatici: rilevano i fari dei veicoli provenienti dalla direzione opposta e le luci di coda di quelli che precedono riuscendo così a impostare automaticamente la miglior gestione delle luci tra abbaglianti e anabbaglianti andando ad evitare possibili disturbi ad altri guidatori.

Sistema pre-collisione: individua la presenza di veicoli e ostacoli di fronte alla vettura : se il sistema rileva una possibile collisione imminente attiva automaticamente la frenata assistita per evitare la collisione o ridurne l’impatto.

Avviso superamento corsia: riesce a rilevare le strisce di delimitazione della corsia. Se la vettura inizia a deviare la sua traiettoria il sistema di Lane Departure Alert avverte il guidatore tramite un allarme acustico e visivo.

Riconoscimento segnaletica stradale: identifica la segnaletica verticale come limiti, divieti e il tutto visualizzato nel display multi-funzione con un avviso austico/visivo nel caso si infranga il codice stradale.

I consumi sono di 18km/l in urbano mentre in extraurbano a 110km/h si percorrono anche 20km/l ma a 130km/h si scende invece a 15km/l.

Gli allestimenti disponibili

  • Cool: Sistema pre-collisione; Avviso superamento corsia; Abbaglianti automatici. Prezzo a partire da 10750 euro.
  • Active: Telecamera posteriore di assistenza al parcheggio; Fari anteriori Projector; Sistema multimediale Toyota Touch® 2 (“iPod® Ready”, display da 7″, 6 altoparlanti, Bluetooth® e USB). Prezzo a partire da 12050 euro.
  • Lounge: Cerchi in lega da 16″ con pneumatici 195/50 R16; Smart Entry & Start System; Sensore crepuscolare. Prezzo a partire da 14600 euro.
  • Style: Cerchi in lega da 16″ con pneumatici 195/50 R16; Smart Entry & Start System; Tetto panoramico Skyview®. Prezzo a partire da 18900 euro.
  • Y20: Cerchi in lega da 16″ Style con pneumatici 195/50 R16; Vetri posteriori oscurati; Finiture Yaris 20th Edition. Prezzo a partire da 18900 euro.
  • Y20 Bitone: Cerchi in lega da 16″ Style con pneumatici 195/50 R16; Vetri posteriori oscurati; Finiture Yaris 20th Edition. Prezzo a partire da 19200 euro.
  • GR-S: Cerchi in lega da 17″ con pneumatici 205/45 R17; Allestimento sportivo GR-S; Smart Entry & Start System. Prezzo a partire da 19200 euro.

Le motorizzazioni di Toyota Yaris

  • Benzina: 1.0 tre cilindri benzina aspirato da 69cv (per neopatentati) e il 1.5 quattro cilindri da 111cv con cambio manuale a 5/6 rapporti.
  • Diesel: 1.4 quattro cilindri da 95cv con cambio manuale a 5/6 rapporti.
  • Hybrid: 1.5 a benzina a ciclo Atkinson abbinato ad un motore elettrico la cui potenza arriva a 101cv. L’unico cambio disponibile per questa versione è l’automatico CVT.

La trazione per tutte e tre le motorizzazioni è anteriore e va ricordato che è l’unica auto della sua categoria ad avere l’opzione Hybrid.

Video interessanti

  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno