Toyota RAV4: la corazza di un SUV, l’anima da vero ibrido

Toyota RAV4

Di suv ibridi non ce ne sono molti e Toyota con Rav4 si posiziona nel bel mezzo tra i modelli troppo piccoli e quelli invece troppo costosi. Le dimensioni sono di 4.6m di lunghezza, 2.69m di passo, 1.85m di larghezza e 1.68m di altezza. Il design esterno rispetto al precedente modello utilizza delle linee più evidenti e squadrate ma soprattutto superfici scavate in maniera decisa che si erano perse nelle ultime versioni di Rav4. L’altezza totale è diminuita ma l’altezza da terra è invece aumentata rendendo ancora più evidente il carattere da “suv” della vettura.

Toyota RAV4: design esterno

L’anteriore è  importante con uno sguardo particolarmente aggressivo e grintoso grazie a due gruppi ottici full led a sviluppo orizzontale con una geometria a trapezio rovesciato e che spingono appuntiti verso l’interno della calandra. Il cofano è invece molto piatto con due nervature ambo i lati. Frontalmente d’impatto è la calandra sempre con forma trapezoidale caratterizzata da una griglia con trama dedicata, poco sopra si inserisce invece lo stemma e una presa d’aria a sviluppo orizzontale molto fina. La parte bassa è invece caratterizzata da un paraurti possente ricoperto da plastiche rigide che fa spazio ad un ulteriore sfogo dell’aria nuovamente a geometria trapezoidale.

Vista laterale
Vista laterale

Il taglio laterale è lineare con una forma ascendente e poi discendente del tettuccio, il tutto regolare e proporzionato. Spiccano poi le coperture in plastica rigida posizionate nelle minigonne e nei passaruota e che staccano dalla vernice metallizzata della carrozzeria.

Il posteriore è più pacato del frontale ma non per questo perde di modernità grazie a un susseguirsi di linee e forme geometriche ben incastonate che creano una forte percezione di solidità e compattezza della vettura. Sono presenti due gruppi ottici a sviluppo orizzontale con tecnologia a led. Nella parte bassa troviamo un paraurti bombato sempre in plastica rigida e che mette in risalto i due scarichi circolari posizionati da entrambe le parti.

Tanto tanto spazio

Per quanto riguarda la spaziosità si può affermare che il carico è notevole e Toyota con questo Rav4 fa molto meglio di molte concorrenti che fuori appaiono molto più grandi ma poi dentro non lo sono più di tanto. Aprendo il portellone dotato di tecnologia elettroattuata si accede ad un vano con una capienza di ben 580 litri, l’ingresso è ampio e non troppo alto da terra consentendo in piena facilità di caricare bagagli pesanti. Il vano ha una buona regolarità ed è possibile avere un apposito scomparto per la cappelliera nel momento in cui si decida di toglierla. Sono infine presenti prese a 12volt e illuminazione.

Interni

Il confort di Rav4 nell’abitacolo consente una salita e una discesa facilissima sia per il giro-porta ampio che per la seduta del sedile rialzata. Una volta accomodati per un soggetto alto 1.80m si ha spazio in abbondanza per gambe piedi e anche testa qualora vi sia la presenza del tetto panoramico. Per i lunghi viaggi, comodi sono il bracciolo centrale e i sedili reclinabili. Sul tunnel sono presenti poi due bocchette di aerazione e due prese usb per caricare smartphone, tablet o pc.

Passando all’abitacolo anteriore il design è piacevole non solo per i materiali di ottima fattura come pelle, alluminio e plastiche solide ma anche per la scelta stilistica molto minimal ma raffinata nella sua semplicità. Tutti i comandi son rivestiti con della gomma particolare e restituiscono degli ottimi feeling sia fisici che acustici al loro tocco. Nonostante questo, ci son dei piccoli difetti come i tasti della climatizzazione troppo piccoli e la mancanza di retroilluminazione per i tasti collocati nei pannelli porta. Sono presenti anche molte mensole dove collocare gli oggetti  (tutte con una buona regolarità e spesso caratterizzate anche da illuminazione per la facile individuazione nelle ore di buio).

Interni della Toyota RAV4
Interni della Toyota RAV4

I sistemi di assistenza alla guida

Sistema pre-collisione: grazie al rilevamento notturno ed a una telecamera radar Toyota è in grado di individuare pedoni, ciclisti e altre vetture sul percorso e avvertire anticipatamente con segnali visivi e acustici, nel caso il guidatore non reagisca i freni entrano in azione automaticamente.

Cruise control adattivo: mantiene l’auto ad una velocità preselezionata e ad una distanza minima dal veicolo che la precede. Se la distanza si accorcia il sistema riduce la velocità frenando automaticamente se necessario.

Mantenimento attivo della corsia: grazie ad un radar viene rilevata la segnaletica orizzontale di fronte al veicolo per valutare la sua posizione nella careggiata, se l’auto inizia a deviare dal centro corsia intenzionalmente il sistema applica una correzione di supporto allo sterzo.

Abbaglianti automatici: progettati per ottimizzare la visibilità durante la guida notturna a favore degli utenti della strada. Una telecamera posizionata presso lo specchietto retrovisore rileva le luci dei veicoli che vengono incontro alla vettura e tiene monitorata anche la luminosità lungo la strada. Il sistema sceglie automaticamente tra fari abbaglianti e anabbaglianti permettendo al guidatore di concentrarsi alla guida.

Optional di serie e accessori

Dal punto di vista degli optional sono presenti molti accessori già nella versione di base come i sistemi di assistenza sopracitati, fari full led, la telecamera posteriore, i sensori di parcheggio posteriori, clima automatico bizona, specchietti ripiegabili elettricamente e la posizione “S” del cambio che simula 6 marce (utile per avere freno motore prima delle curve o prima di una discesa).

Altri accessori disponibili sono: la rifinitura cromata posteriore (200 euro), le rifiniture cromate laterali (250 euro), i deflettori vento (200 euro), film protettivo maniglia (45 euro), film protettivo paraurti (100 euro), paraspruzzi (150 euro), protezione soglia vano di carico (160 euro), set modenature laterali (200 euro) e sensori di parcheggio anteriori (500 euro).

Vista posteriore
Vista posteriore

Tecnologia a bordo

L’infotainment è collocato a sbalzo nella plancia e non è dotato delle funzioni Apple Car Play e Android Auto. Il sistema proprietario Toyota fornisce però differenti funzioni come il navigatore con mappe gratis per 3 anni, il collegamento wifi e il controllo vocale. Il funzionamento generale è migliorabile poiché la risposta del sistema alle varie funzioni è spesso poco fluido ma non per questo inutilizzabile.

Dinamica di guida

Nella dinamica di guida punto forte è la visibilità garantita da una telecamera posteriore che proietta la situazione direttamente nello specchietto retrovisore centrale. La guida grazie al motore ibrido consente una situazione di grande insonorizzazione e fluidità. Anche le sospensioni sono ben studiate con la nuova piattaforma prodotta da casa Toyota consentendo l’assorbimento della maggior parte delle irregolarità stradali, infine a completare il quadro è lo sterzo che risulta particolarmente preciso. I consumi sono di 16km/l in città, in autostrada si scende a 13km/l con una media generale di 7 litri ogni 100km.

Motorizzazioni, allestimenti e prezzi

La motorizzazione disponibile è il 2.5 Hybrid con cambio E-CVT a 2 o 4 ruote motrici e con una potenza di 222cv. Gli allestimenti disponibili sono 3:

  • Active: da 30850 euro
  • Style: da 39850 euro
  • Lounge: da 41850 euro

Video interessanti

  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Consigli utili per la guida in pista