Toyota Prius: nuovo restyling esterni e consumi al minimo

Toyota Prius

Toyota Prius per il 2019 propone un restyling, cambia l’estetica soprattutto al frontale che risulta però meno ardito. Le dimensioni sono di 4.57m in lunghezza, 2.70m di passo, 1.76m in larghezza e 1.47m di altezza.

All’anteriore sono presenti due gruppi ottici a “boomerang” sottili e appuntiti verso l’interno della calandra. Sono presenti due prese d’aria a sviluppo orizzontale, una più piccola in corrispondenza del logo Toyota e una più ampia sulla parte bassa nei pressi del paraurti. Il cofano è invece molto ribassato e spinge verso l’asfalto lo sguardo di Prius ed è inoltre suddiviso in 3 sezioni tramite due nervature molto pronunciate.

Passando al taglio laterale la linea rimane fedele alla precedente versione con linee pulite e una sola nervatura che parte dalla portiera posteriore fino a raggiungere i gruppi ottici della coda. La linea del tettuccio è ad “onda”.

Al posteriore a cambiare molto sono i gruppi ottici a doppio sviluppo, sia orizzontale che verticale e sulla parte alta è presente un fascio abbastanza largo in finitura nero lucido che si distacca dal colore della carrozzeria. Nel complesso il posteriore segue l’intera filosofia di razionalità della vettura inserendo però delle linee più squadrate rispetto al frontale e al taglio laterale.

Toyota Prius: interni e design

Entrando nell’abitacolo nella zona posteriore l’entrata da qualche problema rischiando più volte di toccare con la testa il giro-porta, anche una volta seduti la situazione di comodità per la testa rimane limitata e tutto ciò dovuto al fatto che la vettura ha un linea particolarmente discendente del tettuccio verso la coda, questo per questioni aerodinamiche di riduzione dei consumi che però al rovescio della medaglia costringe ad un minor comfort.

Interni della Toyota Prius
Interni della Toyota Prius

Per le gambe, i piedi e il corpo invece nessun tipo di problema perché in questo caso lo spazio è tanto. Salendo invece nell’abitacolo anteriore sia per il guidatore che per il passeggero si è seduti in un salotto grazie al maggior spazio per la testa ma soprattutto all’ergonomia dei sedili che regalano una comodità notevole e un ottimo “raccoglimento”. Il vano bagagli ha una capienza di 360l e abbattendo i sedili può raggiungere i 1633l.

Il design interno di questa Prius da una percezione di un carattere più premium a partire dai sedili che son rivestiti in pelle e in alcune zone anche in pelle traforata, il tutto caratterizzato daun design molto lineare e sportivo. A peccare qualitativamente sono però alcuni aspetti come i pannelli porta che sulla parte alta han un buon utilizzo di materiali solidi ma scendendo in basso viene utilizzata della plastica un pò leggera.

La plancia futuristica rimane simile alla precedente versione con l’infotainment collocato al centro, mentre la strumentazione di bordo è posizionata sempre sul cruscotto ma al centro e non a lato guidatore. L’infotainment utilizza un sistema proprietario Toyota per la gestione del multimedia e della navigazione. Nonostante qualche incertezza in determinate funzioni è comunque fluido e piacevole. Mancano però Android Auto e Apple Car Play. Infine è presente l’head up display che proietta sul parabrezza tutte le informazioni di guida

Molti sistemi di sicurezza attivi

Sul comparto sicurezza sono presenti:

Sistema pre-collisione: con rilevamento notturno dei pedoni di Toyota Safety Sense che abbina una telecamera alla tecnologia radar per rilevare eventuali altri veicoli, ciclisti e pedoni sul percorso del veicolo. Se una collisione viene giudicata imminente il guidatore viene avvisato con dei segnali visivi e acustici e se non reagisce prontamente è la vettura a frenare automaticamente.

Abbaglianti automatici: ottimizzano la visibilità durante la guida notturna a favore di tutti gli utenti della strada. Una telecamera posizionata presso lo specchietto retrovisore rileva le luci dei veicoli che vengono incontro alla vettura monitorando la luminosità delle luci lungo la strada. Il sistema sceglie automaticamente tra fari abbaglianti e anabbaglianti permettendo al guidatore di concentrarsi sulla strada con la massima sicurezza e comodità.

Rilevamento della segnaletica stradale: legge i segnali stradali che il veicolo incontra durante la marcia e mostra info utili su limiti di velocità o eventuali restrizioni nel display TFT a colori. Il sistema fornisce anche avvertimenti acustici e visivi in caso di mancato rispetto della segnaletica.

Cruise control adattivo: mantiene l’auto a distanza minima prestabilita dal veicolo che precede. Se questa distanza diminuisce viene ridotta la velocità e in caso di emergenza si aziona il sistema frenante e la luce degli stop.

Optional

Tra i vari accessori per interni ed esterni si può avere: rifiniture laterali cromate (240 euro), deflettore anteriore e posteriore (280 euro), barre portatutto (310 euro), modenature laterali (116 euro), kit dadi antifurto (50 euro), sensori di parcheggio posteriori (400 euro), battitacco in alluminio (100 euro), battitacco illuminato (415 euro),

Allestimenti, motorizzazioni e prezzi

Gli allestimenti disponibili sono l’active e il lounge mentre la motorizzazione disponibile è il 1.8 hybrid da 122cv con accelerazione da 0 a 100km/h in 10.6s, velocità massima di 180km/h, cambio E-CVT e trazione 4×2 oppure integrale AWD-i.

I consumi vanno da 1 a 3.3l per 100km mentre i prezzi partono da 25250 euro fino a superare i 30000 euro.

Video interessanti

  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Consigli utili per la guida in pista