Toyota Prius+: la 7 posti giapponese, sportiva e tecnologica

Toyota Prius+ è la 7 posti giapponese dalle dimensioni di: 4.64m di lunghezza, 2.78m di passo, 1.77m di larghezza e 1.57 di altezza. Il design esterno è quello tipico di una vettura familiare con però degli elementi stilistici che la rendono più sportiva.

Davanti, il cofano spinge verso il basso con due nervature molto pronunciate che partono dagli estremi e si uniscono nel logo Toyota. I gruppi ottici son caratterizzati da una geometria tagliente e appuntita verso l’interno della calandra. Quest’ultima presenta una presa d’aria molto fina collocata sotto lo stemma Toyota e a forma di “V”. il resto del frontale è dominato una fascia nera orizzontale dove viene collocata la targa mentre ancora più in basso in corrispondenza del paraurti si trova un’ulteriore presa d’aria orizzontale. Sono infine presenti due strisce luminose a led sviluppate verticalmente ad ambo i lati.

Il taglio laterale è molto semplice e pulito e presenta una leggera nervatura in corrispondenza della parte bassa. Il posteriore non è esteticamente al pari del frontale poiché i gruppi ottici a sviluppo verticale non hanno una geometria particolarmente moderna e non son presenti elementi estetici di spicco.

Interni della Toyota Prius+
Interni della Toyota Prius+

Toyota Prius+: interni

Gli interni da come ci si può aspettare per una vettura di questo calibro presentano un’ottima facilità di ingresso grazie ad un giro-porta ampio e regolare. Una volta seduti c’è spazio abbondante per testa, gambe e piedi. Unico “neo” è il bagagliaio che purtroppo essendo una vettura da 7 posti viene sacrificato con una capienza totale di 232 litri. Ma abbattendo la terza fila di sedili si ottengono 784 litri e abbattendo di nuovo la seconda si arriva infine a ben 1750 litri di capienza massima.

Design e tecnologia alla guida

Il design interno è molto “spartano” e con pochi “fronzoli”, c’è quello che serve ed è posizionato in luoghi ben accessibili e intuitivi. Anche per questa Prius l’infoteiment touchscreen utilizza un sistema proprietario con un utilizzo abbastanza semplice ma non sempre fluido. Mancano app come Android Auto e Apple Car Play.

Il cruscotto adotta un display TFT a colori che ragruppa tutte le funzioni correlate alla guida (monitoraggio energetico, consumo di carburante, impostazioni audio ed aria condizionata

Il pacchetto di sicurezza disponibile con il nuovo aggiornamento di Prius+ è il pacchetto Toyota Safety Sense con: sistema pre-collisione con rilevamento pedoni, avviso superamento corsia, abbaglianti automatici, riconoscimento segnaletica stradale, cruise control adattivo.

Toyota Prius+ : allestimenti disponibili e motorizzazione

  • Active: Smart Entry & Start System; Cruise Control adattivo (ACC); Sistema multimediale Toyota Touch® 2 (“iPod® Ready”, display da 6,1″, 6 altoparlanti, CD, Bluetooth®, Aux-in e USB) con DAB+ e tasti capacitivi a sfioramento. Prezzo a partire da 28550 euro.
  • Lounge: Vetri posteriori oscurati; Volante in pelle. Prezzo a partire da 30050 euro.
  • Style: Cerchi in lega da 17″ con pneumatici 215/50 R17; Tetto panoramico; Sistema intelligente di assistenza al parcheggio (IPA). Prezzo a partire da 31750 euro.

L’unica motorizzazione disponibile è il 1.8 Hybrid da 136cv e cambio E-CVT.

Video interessanti

  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare