Toyota Land Cruiser, fino a 7 posti…su strada o in fuoristrada

Toyota Land Cruiser

Toyota Land Cruiser si compra per passione, per la soddisfazione di finire nei guai e imparare a uscirne e in quest’ultimo caso lo sa fare egregiamente. È un’auto che mostra i muscoli soprattutto per il suo sviluppo verticale della carrozzeria e le dimensioni di: 4.84m di lunghezza, 2.79m di passo, 1.88m di larghezza e infine un’altezza di ben 1.84m.

Lo stacco da terra dato dalle sospensioni è di 21.5cm per il 5 porte e di 20.5cm per il 3 porte. L’angolo di attacco è di 31gradi, l’angolo di uscita è di 25gradi e quello di dosso di 22 gradi. Il peso complessivo porta la bilancia a superare le 2 tonnellate e mezza.

Toyota Land Cruiser: design esterno

L’estetica è nuda e cruda senza troppi fronzoli, ciò che si vuole esibire è la forza e l’imponenza di questa vettura. Il frontale è dominato dalla griglia a sbalzo cromata di forma quasi rettangolare e con incastonato al centro il logo della casa giapponese. I gruppi ottici si incastrano ai lati della griglia con un sviluppo orizzontale e una geometria squadrata, sulla parte bassa invece si trova un paraurti pronunciato che ospita una presa d’aria stretta orizzontale e ai lati delle insenature dove son collocati anche i fendinebbia. Anche il cofano è muscoloso con nervature molto pronunciate e due gobbe molto evidenti.

Vista posteriore
Vista posteriore

Il taglio laterale rimane pulito senza troppi elementi estetici se non per le bombature dei passaruota che aiutano nuovamente a rendere l’idea dell’importanza del veicolo. Il tetto rimane dritto e il posteriore è molto semplice con due gruppi ottici verticali posizionati nella parte alto, un lunotto particolarmente ampio e un mini spoiler che fuoriesce dalla sagoma della macchina.

Interni

Gli interni non son cambiati drasticamente così come l’esterno che mantiene sempre le sue forme iconiche. L’abitacolo riceve aggiornamenti tecnologici con una nuova console centrale ma il design è sempre squadrato per esprimere al meglio idea di solidità e rigidità della vettura.Tra gli elementi che questa Land Cruiser integra e che ad occhi chiusi farebbe capire subito di ritrovarsi all’interno di un fuoristrada sono: i maniglioni per appendersi quando si va sulle pietraie, il volante grandissimo e il tunnel tra i sedili larghissimo (dovuto all’ingombro del differenziale centrale e dell’albero di trasmissione).

Il comfort è ineguagliabile e ricorda le vecchie monovolume, seduti anteriormente si entra grazie a giro-porta ampissimi e una volta seduti anche per coloro che superano la media in altezza lo spazio per gambe piedi e testa è infinito. Stessa cosa si ripresenta nella zona posteriore. Tutto ciò consente la possibilità di viaggiare in piena tranquillità e comodità senza il minimo problema.

Tecnologia a bordo

Il sistema di infotainment touchscreen utilizza un Toyota Touch 2 che consente un sistema multimediale con una qualità eccelsa e collegamenti tramite BT e USB. Dal menù si può accedere a molteplici informazioni come i dati di viaggio, la climatizzazione, la personalizzazione del blocco portiere e l’illuminazione.

Interni della Toyota Land Cruiser
Interni della Toyota Land Cruiser

È presente una navigazione con mappe 2D e 3D (disponibili gratis per 3 anni) e un aggiornamento in tempo reale sul traffico. La funzione di navigazione automatica consente di programmare in anticipo fino a 4 destinazioni per ogni giorno della settimana e una volta in viaggio il sistema proporrà automaticamente la destinazione scelta tracciando il percorso e mostrando le info sul traffico per raggiungere la destinazione più velocemente. È infine presente la telecamera posteriore e il Panoramic View Monitor.

Sistemi di sicurezza alla guida

Tra i sistemi di sicurezza disponibili è presente il pacchetto Toyota Safety Sense con:

  • Frenata automatica d’emergenza con riconoscimento pedoni
  • Cruise control adattivo (che consente di tenere una velocità costante senza usufruire del pedale dell’acceleratore mantenendo una distanza minima predefinita dal veicolo che lo precede)
  • Mantenimento attivo della corsia (che grazie ad un radar a onde millimetriche viene rilevata la segnaletica orizzontale di fronte al veicolo per valutare la sua posizione nella carreggiata. Se l’auto devia dalla corsia in modo intenzionale il sistema la riposiziona correttamente)
  • Real cross allert
  • Telecamere per l’angolo cieco
  • La gestione automatica dei fari abbaglianti (che ottimizzano la visibilità durante la guida notturna a favore di tutti gli utenti della strada. Una telecamera posizionata presso lo specchietto retrovisore rileva le luci dei veicoli che vengono incontro alla vettura monitorando la luminosità delle luci lungo la strada. Il sistema sceglie automaticamente tra fari abbaglianti e anabbaglianti permettendo al guidatore di concentrarsi sulla strada con la massima sicurezza e comodità).

È presente infine il tasto “croll” che permette di regolare l’avanzamento della macchina in automatico gestendo acceleratore e freno per uscire dalle zone più difficile.

Optional

Gli accessori disponibili sono: cover cromata specchietti laterali (210 euro), terminale di scarico cromato (100 euro), deflettore tetto apribile (200 euro), barre longitudinali nere o silver (600 euro), barre portatutto (200 euro), barre trasversali (160 euro), gancio traino ad estrazione orizzontale (1000 euro) e film protettivo maniglia (45 euro).

Allestimenti disponibili e motorizzazioni

  • Standard: a partire da 37250 euro.
  • Active+: a partire da 39250 euro.
  • Lounge+: a partire da 49600 euro.
  • Lounge: a partire da 53500 euro.
  • Style: a partire da 62200 euro.

2.8D-4D a 6 marce manuale o automatico da 177cv.

Video interessanti

  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare