Hyundai Kona: il crossover moderno e dalla personalità “europea”

Hyundai Kona: il crossover moderno e dalla personalità "europea"

Il mercato dei Suv compatti sta assumendo un’importanza crescente per le case automobilistiche che operano nel continente europeo e questo si traduce nella presentazione di modelli di grande personalità e dotati dei migliori ritrovati tecnologici. Proprio questa formula sembra calzare perfettamente alla nuova Hyundai Kona, arrivata con l’intenzione di conquistare un pubblico giovane e desideroso di distinguersi dalla massa. Non a caso lo slogan con il quale questa vettura è stata proposta in Italia è “osa essere unico”.

Vediamo insieme in che modo la Hyundai ha inteso coniugare tale proposito nella nostra nuova recensione approfondita.

Hyundai Kona: dimensioni e design della vettura

Partiamo dalle dimensioni esterne dell’auto, che rientrano perfettamente nei canoni del segmento. L’auto risulta infatti lunga 4,165 metri per una larghezza di 1,8 metri ed un’altezza da terra di 1,57 metri. Di fatto, siamo di fronte ad un cross over compatto, in grado di garantire un ottimo compromesso tra versatilità di utilizzo e spazi interni.

Vista laterale
Vista laterale

Dal punto di vista dell’estetica, siamo certamente davanti ad un design “fuori dal coro”, pensato per armonizzare linee dinamiche e sportive con dettagli tipici del settore Suv. Frontalmente tutto ciò si concretizza in una triplice linea di fari, diversi tra loro per aspetto e funzioni. In altro troviamo dei sottili e affilati gruppi ottici led, mentre più in basso questi diventano squadrati. Gli ultimi sono posizionati al di sotto della calandra centrale e hanno funzione di fendinebbia. Lateralmente la Kona appare studiata per esaltare il proprio profilo muscoloso.

Le linee scolpite risultano massicce ed allo stesso tempo ricercano l’eleganza delle forme slanciate. Saltano all’occhio le protezioni in plastica dei grandi passaruote, lo stile di design dei cerchi ed i montanti posteriori bicolore. Posteriormente spiccano linee squadrate e sviluppate orizzontalmente. Il lunotto appare di dimensioni contenute, i fari si integrano orizzontalmente nel baule, mentre il grande paraurti in plastica fornisce protezione alla carrozzeria

Le motorizzazioni disponibili

La Hyundai Kona offre ben tre diverse soluzioni ai potenziali acquirenti dal punto di vista delle motorizzazioni. Si parte con le tradizionali versioni a benzina e gasolio. Nel primo caso abbiamo il 1.0 TGDI da 3 cilindri e 120 cavalli. In alternativa è possibile scegliere il motore 1.6 da 177 cavalli, disponibile anche con la trazione integrale.

Dal lato dei diesel è invece disponibile solo il 1.6 Crdi, in versione da 116 oppure da 136 cavalli (disponibile anche con trazione 4×4). Per chi è maggiormente attento ai consumi esiste poi la possibilità di optare per la versione ibrida, che abbina al motore 1.6 benzina un’unità elettrica, arrivando a garantire 141 cavalli di potenza pur in presenza di consumi limitati. Infine, gli early adopters possono optare per la versione completamente elettrica. Grazie ad un battery pack da 64 KWh l’auto è in grado di superare i 450 km di autonomia.

Interni
Interni

Gli interni della Kona: ecco cosa aspettarsi

Dal punto di vista degli interni bisogna nuovamente ricordare che la Kona rientra nella categoria dei SUV compatti. Per questo motivo lo spazio risulta più che sufficiente per quattro persone, mentre il quinto passeggero potrebbe trovarsi di fronte ad un comfort più limitato. Nonostante ciò, l’abitabilità complessiva è certamente buona.

Trattandosi di una crossover compatta, a differenza dei classici Suv la posizione di guida non risulta eccessivamente rialzata. Allo stesso tempo, i sedili risultano molto comodi (con un pacchetto aggiuntivo è possibile prevedere anche le regolazioni elettriche), mentre posteriormente il divano è ampio e largo. Per organizzare gli spazi ed evitare che oggetti possano disperdersi nell’abitacolo sono inoltre presenti numerosi vani, utili a mantenere l’ordine. Dal punto di vista del design la plancia appare lineare e caratterizzata centralmente dal grande touchscreen. I comandi fisici sono pochi ed orientati all’ergonomia, mentre il volante multifunzione permette al guidatore di non distrarsi durante la guida.

Quest’ultimo (a tre razze) garantisce anche un’ottima visuale del cruscotto, mentre l’head up display fornisce preziose informazioni senza dover abbassare lo sguardo. Forse l’unico vero appunto può essere rivolto alle plastiche, che risultano rigide e ben montante ma piuttosto economiche. Infine, il bagagliaio risulta sufficientemente ampio e comodo. L’altezza da terra non è eccessiva, mentre internamente è possibile regolare il piano su due diverse posizioni. La capacità risulta nella media, corrispondendo a 361 litri (che diventano 1143 litri abbattendo le sedute posteriori).

Optional e allestimenti disponibili

Dal punto di vista delle dotazioni la Hyundai Kona offre abs, comandi al volante, controllo elettronico di trazione, sensori della pressione dei pneumatici e numerosi airbag. Nei dispositivi di sicurezza troviamo anche i sensori anti colpo di sonno, il controllo anti arretramento in salita ed il sistema di monitoraggio del superamento involontario di corsia, oltre al controllo elettronico di stabilità.

Rispetto agli allestimenti disponibili, si parte con la versione XAdvanced che garantisce bluetooth, climatizzatore manuale, radio con schermo monocromatico TFT LCD da 5 pollici e cerchi in acciaio da 16”. Si prosegue con la XTech che presenta sensori di parcheggio, cerchi in lega da 16”, volante e pomello del cambio rivestiti in pelle e schermo touchscreen da 7 pollici. Troviamo quindi la XPrime con in aggiunta cerchi in lega da 18”, Esp e sistema di controllo della trazione. Infine, la versione Excellence rappresenta il top di gamma e offre anche sistema head up display, schermo touchscreen da 8 pollici e fari full led, oltre a retrocamera e sensori di parcheggio anteriori e posteriori.

Vista posteriore
Vista posteriore

Prezzo e considerazioni finali

Siamo arrivati al termine della nostra recensione ed è quindi giunto il momento di fare il punto della situazione in merito alla Kona ed al relativo posizionamento di prezzo nel mercato. Guardando ai listini, la versione di base del motore a benzina parte da 19300 euro, per arrivare a toccare i 26300 nella Exellence. La versione a gasolio parte invece dalle 21400 euro e arriva a toccare le 28mila euro.

A metà strada troviamo l’ibrido, con un listino d’ingresso a partire da 26300 euro, mentre per la versione elettrica bisogna prepararsi a sborsare intorno alle 40mila euro. Come sempre, a fare la differenza per chi è realmente interessato all’acquisto sono le promozioni periodiche, che possono abbattere i prezzi di listino di diverse migliaia di euro.

Video interessanti

  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Consigli utili per la guida in pista
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese