Porsche Macan fa ancora centro, ma scegliete la Macan S

Porsche Macan

Porsche Macan 2019 sorella minore della Cayenne e ispirata al design della 911 rimane invariata in termini di dimensioni rispetto alla precedente versione (4.70m di lunghezza, 1.6 di altezza, 2.81 di passo e un peso non “piuma” intorno ai 1900kg).

La linea estetica riceve maggiori aggiornamenti al posteriore piuttosto che anteriormente e lateralmente grazie ai nuovi gruppi ottici uniti per l’intera larghezza da un fascio luminoso a led rosso molto pronunciato che di notte la rende unica e subito riconoscibile dalle altre vetture. Inoltre il posteriore risulta un pò più “bombato” rendendola molto possente alla vista.. È presente subito sotto alla lunga striscia a led il lettering in rilievo del brand tedesco. Nella parte bassa troviamo l’estrattore dell’aria con ai lati i due enormi scarichi (che opzionalmente si possono scegliere in versione più sportiva sdoppiata con 4 scarichi totali).

L’anteriore adotta due gruppi ottici ovalizzati che non sono cambiati esteticamente se non per i tecnicismi dei fasci luminosi con 4 punti luce a led, tecnologia a matrice attiva e delle nuove prese d’aria sulla parte bassa della calandra.Il taglio laterale è pulito ma in tensione sviluppando un ideale di forte sportività in questa vettura arricchito anche dalla forma coupè del tettuccio. Aspetto particolare è poi l’opzione di controllo pneumatico delle sospensioni che permette di alzare o abbassare da terra la vettura.

Vista anteriore
Vista anteriore

Un bagagliaio davvero funzionale

Il bagagliaio si apre con un pulsante integrato nel punto d’attacco del tergicristallo posteriore (questa soluzione risulta molto più comoda da raggiungere) ed è elettroattuato quindi con apertura e chiusura elettrica automatica. La capienza è di 500 litri e viene frazionata in 40/20/40 con la possibilità di abbattere i sedili in maniera perfettamente orizzontale ottenendo 1500 litri finali (è opzionale con una spesa non troppo eccessiva di 329 euro è il “sistema di gestione del carico” composto da due binari di fissaggio, un asta telescopica, 4 occhielli, una cinghia avvolgibile e il divisorio a rete del vano bagagli).

Porsche Macan: interni e design

Entrando nell’abitacolo nella parte anteriore spicca all’occhio il pannello porta composto da ottima pelle con cucitura tono su tono e da una striscia di alluminio lucido, materiale ripreso anche per le maniglie di apertura interne, sui tasti di comando finestrini e come contorno delle casse disposte nella parte bassa del pannello. I sedili sono rifiniti interamente in pelle traforata (disponibili altri pacchetti di materiali e colori) che consente oltre che un ottimo riscaldamento in inverno anche la ventilazione degli stessi durante il periodo estivo.

La plancia segue il design orizzontale già visto anche sulla nuova versione di Porsche 911 Carrera e viene arricchito sempre con una finitura in alluminio lucido utilizzato poi anche nelle bocchette di aerazione, nel cambio e nei tasti del tunnel. Sono pochi però nella zona plancia i possibili spazi per collocare smartphone o altri oggetti di uso quotidiano. Salendo nella zona posteriore dell’abitacolo il confort non manca lasciando buono spazio per gambe e anche per la testa a meno che non si scelga il tettuccio panoramico che ruba un pò di spazio ai più alti, presenti anche due bocchette di aerazioni posteriori con la possibilità di gestirne l’intensità e infine due prese usb.

L’assemblaggio generale si potrebbe definire perfetto quasi da manuale e da prendere come esempio dalle concorrenti. Gli accessori infine sono davvero tanti se si vuole una vettura personalizzata su misura sia per gli esterni (con addirittura 14 tipi diversi di cerchi in lega) che per gli interni (diversi colori per lo sfondo del cronografo e del contagiri, le diverse cuciture) facendo però schizzare alle stelle il prezzo finale.

Interni della Porsche Macan
Interni della Porsche Macan

Iniezione di tecnologia

L’infoteiment è un 10.9 pollici molto più grande rispetto alla precedente versione (7.9 pollici) che ha costretto ad un ridisegnamento delle bocchette di aerazione sottostanti allo schermo. Lo schermo a primo impatto mostra un’ottima risoluzione integrando elementi fondamentali come Apple Car Play ma senza Android Auto (quest’ultimo non è presente nemmeno come optional ed è un difetto da prendere bene in considerazione).

La vettura dispone inoltre di una scheda 4g che ne consente moltissime funzioni tra cui il dialogo con la vettura per determinate funzioni. Al lato guidatore il cruscotto integra 3 “cerchi”, quello di sinistra e il centrale (il più grande dei 3) in formato analogico indicano giri motore e velocità, mentre quello a destra ha una soluzione digitale con molteplici funzioni. Per quanto riguarda l’impianto audio è disponibile un upgrade rispetto a quello base con il sistema BOSE Sorround System e il Burmester High-End Sorround Sound-System alzando notevolmente la qualità del suono.

Dinamica di guida

Le motorizzazioni di questa nuova Porsche Macan abbandonano le versioni diesel a favore del benzina. Un propulsore che assicura 100km con 8.9litri di carburante ed emissioni di CO2 pri a 204g/km a quanto definito dalla casa madre. In autostrada si superano facilmente i 10km al litro in città invece si scende a 9km mentre in extraurbano 12km/l si fanno senza problemi. Il cambio è un PDK a 7 marce molto veloce e scattante nel passaggio da un rapporto all’altro sia nel scegliere la marcia giusta nel momento giusto.

La dinamica di guida di questa Macan dimostra di essere una vera Porsche: in curva ci si muove con velocità pazzesche e con un’agilità ai massimi livelli nei cambi di direzione (grazie anche alle sospensioni ad aria con controllo elettronico a 3 step di regolazione). La coppia viene risentita maggiormente al posteriore piuttosto che all’anteriore da tipica tradizione della casa di Stoccarda. Anche la sicurezza ha subito aggiornamenti rispetto alla precedente versione con il controllo dell’angolo cieco dello specchietto, il controllo della distanza in careggiata con altri veicoli, l’intervento sullo sterzo per il mantenimento della careggiata e il sistema di “autopilot” di livello 2 che aiuta molto durante la guida nei momenti in cui si è distratti per qualche secondo.

Porsche Macan S
Porsche Macan S

Porsche Macan: versioni disponibili

  • Porsche Macan: monta un propulsore 4 cilindri 2.0 benzina da 245cv che assicura un’accelerazione da 0 a 100km/h in 6.7s e in 6.5s con la funzione Sport Chrono. Velocità massima di 225km/h. Questa versione è ottima per non “cadere” nella piaga del superbollo ma pecca leggermente di performance a causa del peso importante della vettura. Prezzo a partire da 61763 euro IVA inclusa.
  • Porsche Macan S: monta un propulsore V6 3.0 benzina da 352cv che assicurano un’accelerazione da 0 a 100km/h in 5.3s e in 5.1s con la funzione Sport Chrono. Velocità massima di 254km/H.  Rispetto all’altra versione le prestazioni sono molto diverse assicurando un piacere di guida impagabile. Prezzo a partire da 67497 euro IVA inclusa.

Video interessanti

  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili