Porsche 911 Carrera S: il ritorno della forza

Porsche 911 Carrera S

La 911 torna in prima linea. Il nuovo modello Porsche 911 Carrera S, coupé 4 posti, rappresenta l’ottava generazione di un mito, che non cessa mai di rinnovarsi e di stupire. Le modifiche apportate alla silhouette della 911 Carrera S perfezionano ed esaltano una linea ormai radicata nel cuore degli appassionati, mentre ricerca tecnologica e rivoluzione digitale l’hanno resa capace di straordinarie performance.

La Porsche 911 Carrera S raggiunge la ragguardevole velocità di 308 Km/h, grazie al motore posteriore 6 cilindri con 2 turbocompressori e 2 intercooler, di nuova generazione – monoblocco e testata in alluminio – 3 litri di cilindrata, che sviluppa una potenza di 450 CV (331 kW).

Il motore è dotato di due filtri antiparticolato e di 2 catalizzatori a 3 vie. 530 Newton metri è la coppia massima, a un regime di giri/m compreso tra 2.300 e 5.000. Davvero impressionante è l’accelerazione: da 0 a 100 Km/h in 3.7 s, che si riducono a 3.5 con il pacchetto opzionale Sport Chrono e Launch Control.

Il cambio è l’innovativo e rapidissimo PDK (Porsche Doppelkupplung) robotizzato, a doppia frizione, a 8 rapporti. Diamo un’occhiata ai consumi: su percorsi urbani si registra un consumo di 10,7 l/100 Km, che si riduce a 7,9 l/100 Km su percorsi extraurbani. Il serbatoio ha una capacità di 64 l.

Vista dall'alto
Vista dall’alto

Porsche 911 Carrera S: tecnologie a bordo

Bisogna dire che, in fatto di dotazione di serie, la Casa regina di Stoccarda ci ha fatto parzialmente ricredere sulla sua ben nota “parsimonia”, anche se, nell’infinita lista di optional, ci si può perdere facilmente….

Vengono infatti messi a disposizione dispositivi ad alto contenuto tecnologico, a supporto di ogni stile di guida e tipo di percorso. Ne è un esempio il PTV Plus ( Porsche Torque Vectoring Plus) di serie, dotato di differenziale posteriore con controllo elettronico,  che distribuisce in modo variabile la coppia, garantendo maggiore stabilità e precisione di traiettoria, in curva.

Il telaio PASM (Porsche Active Suspension Management) ottimizza costantemente la rigidità delle sospensioni (fornite di barre antirollio), in base alle eventuali asperità del terreno, mantenendo la vettura più stabile e la guida più confortevole. Tra gli optional troviamo il telaio Sportivo PASM abbassato di 10 mm, con differenziale posteriore autobloccante meccanico, che conferisce un maggiore equilibrio.

Al tradizionale impianto frenante, con pinze fisse monoblocco in alluminio – anteriori a 6 pistoncini e posteriori a 4 pistoncini – di colore rosso, con dischi freno forati autoventilanti da 350 mm, si può preferire l’innovativo PCCB (Porsche Ceramic Composite Brake), dalle caratteristiche pinze di colore gialle. Costruiti con un innovativo materiale ceramico e particolarmente leggeri, i dischi freno anteriori hanno un diametro di 410 mm, mentre quelli posteriori di 390 mm, per garantire una straordinaria reazione e potenza di frenata, anche grazie al sistema PSM (Porsche Stability Management), con ABS a ottimizzare la funzione dei freni.

Il servosterzo è elettromeccanico, con rapporto di trasmissione variabile e generatore di impulsi al volante. La nuova 911 Carrera S presenta ruote di diverse dimensioni. Mentre i cerchi anteriori sono da 20” e montano pneumatici 245/35 ZR 20, quelli posteriori sono da 21”, e montano pneumatici 305/30 ZR 21, sempre nell’ottica di una maggiore stabilità della vettura.

Interni della Porsche 911 Carrera S
Interni della Porsche 911 Carrera S

Dimensioni e dotazione

Le dimensioni della 911 Carrera S registrano qualche variazione rispetto al passato. La lunghezza è di 4.519 mm, la larghezza di 1.852 mm, e l’altezza di 1.300 mm. Il coefficiente di resistenza (Cx) è pari a 0,29 cx.

Il “muso” risulta più largo, soprattutto per le grandi prese d’aria orizzontali, lo spoiler estraibile risulta più imponente, mentre la diversa misura delle ruote anteriori e posteriori aggiunge un accento sulla sua anima sportiva. I fari principali, con luce diurna e gli anabbaglianti, sono a LED. Gli specchi esterni, regolabili elettricamente, sono riscaldabili.

L’impianto di condizionamento a 2 zone viene fornito di serie. Tra le innovazioni estetiche spiccano senz’altro le maniglie incorporate nella carrozzeria, con un minore impatto sulla fluidità della linea. Tutti i comandi principali sono posizionati ai due lati del volante, per consentire una maggiore concentrazione sulla guida.

Il pacchetto opzionale Sport Chrono, con l’interruttore Mode e l’app Porsche Track Precision, oltre a conferire un’impostazione più sportiva al telaio, al motore e al cambio, offre la possibilità di registrare i dati di guida, per chi ama sfidare sé stesso. Sono ben cinque le modalità di guida tra cui scegliere, tramite il tasto Mode: Normale, Sport, Sport Plus, modalità Individuale e Modalità Wet, che supporta il guidatore su strada bagnata. Sempre su richiesta, è disponibile il Park Assistant, sia anteriore che posteriore.

L’apparato di sicurezza prevede airbag full-size per pilota e passeggero e il sistema POSIP (Porsche Side Impact Protection System) che protegge in caso di impatto laterale, anche tramite barre laterali integrate all’interno delle portiere.

Vista posteriore
Vista posteriore

Porsche 911 Carrera S: interni e prezzo

L’abitacolo è leggermente più spazioso rispetto al passato. I sedili sportivi di serie hanno la regolazione elettrica dell’altezza e dello schienale, mentre le regolazioni longitudinali sono manuali. I sedili posteriori, possono essere abbassati separatamente.

Il volume del bagagliaio anteriore è di 132 litri, mentre il bagagliaio posteriore (con sedili posteriori abbassati) arriva a 264. Per la conformazione dei vani, può risultare difficoltoso caricare bagagli di grandi dimensioni.

Il prezzo della vettura, con equipaggiamento di serie, è di euro 123.999 IVA inclusa.

Video interessanti

  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare