Porsche 718 Cayman GTS: una sportiva che non si limita a ruggire

Porsche 718 Cayman GTS

A completare la gamma delle 718, entra prepotentemente in campo la Cayman GTS, la più sportiva e potente della serie, insieme alla sorella roadster Boxster GTS. Con il suo look un po’ “dark”, sia all’interno che all’esterno, semplicemente bella, sembra volerti lanciare una sfida.

E non si tratta certo solo di apparenza, perché la 718 Cayman GTS non si limita a ruggire. Morde!
Ha un’altezza di 1.286 mm, una larghezza di 1.801 mm (1.994 mm con gli specchi esterni), un passo di 2.475 mm, e una lunghezza di 4.393 mm. Il serbatoio ha una capacità di 64 litri. Il coefficiente di resistenza (Cx) è di 0.32. Il peso, a vuoto, di 1.450 kg si porta a 1.480 con il cambio PDK. Il carico massimo è di 300 kg.

Porsche 718 Cayman GTS: “piccoli” motori crescono…

Il motore 4 cilindri Boxer termo-compresso, che già aveva mostrato di che pasta era fatto nei modelli precedenti, si propone nella 718 Cayman GTS in versione potenziata, mantenendosi comunque fedele al range di consumi registrati dal 350 CV, che vedono un minimo incremento solo su percorsi urbani.

Conosciamolo più da vicino: 4 cilindri Boxer 2.5 litri di cilindrata, nuovo condotto di aspirazione e turbocompressore ottimizzato, munito di turbina a geometria variabile (VTG), intercooler, posizione centrale, da 365 CV(269 kW), raggiunge la velocità di 290 Km/h. Coppia massima di 420 Newton metri, erogati tra i 2.100 e i 5.500 giri, con cambio manuale, e di 430 Nm, erogati tra i 2.100 e i 5.000, con cambio PDK.  Trazione posteriore.

Interni della Porsche 718 Cayman GTS
Interni della Porsche 718 Cayman GTS

L’accelerazione da 0 a 100 km/h della 718 Cayman GTS avviene in 4.9 secondi per le vetture con cambio manuale, e in 4.3 s per le vetture con cambio PDK, potendosi portare a 4.1 s con il pacchetto di serie Sport Chrono e la funzione Launch Control. I consumi su percorso urbano della 718 Cayman GTS si attestano sui 12,8 l/100 km per le vetture con cambio manuale e sui 12,0 l/100 km per vetture con cambio PDK. Su percorso extraurbano, si registra un consumo di 7,1 l/100 km con cambio manuale, e di 6,5 l/100 km con cambio PDK.

Tecnologia avanzata, meccanica ineccepibile

Il cambio di serie è a 6 marce con volano a doppia massa. A scelta, come per gli altri modelli della Serie 718, è disponibile il cambio robotizzato a doppia frizione PDK (Porsche Doppelkupplung) a 7 rapporti. Il PDK è uno degli optional più consigliati e richiesti, in virtù della sua influenza sulle performance della vettura.

Il telaio della 718 Cayman GTS con PASM di serie, assicura una maggiore maneggevolezza. Il PASM (Porsche Active Suspension Management) è il sistema elettronico per la regolazione degli ammortizzatori di ogni singola ruota, in funzione del fondo stradale e della modalità di guida prescelta. La carrozzeria è ribassata di 10 mm rispetto ai modelli 718 e 718 S. L’insieme garantisce una migliore stabilità, un innalzamento delle prestazioni e – non ultima – una maggiore sicurezza.

Tra gli optional dei modelli 718 GTS, troviamo in telaio sportivo PASM in cui la carrozzeria viene ribassata di 20 mm e le sospensioni si presentano più rigide e corte. Offerto di serie è invece il sistema di controllo PTV (Porsche Torque Vectoring), che provvede ad aumentare dinamica e stabilità di guida, tramite la ripartizione variabile della coppia alle ruote posteriori, con un differenziale posteriore autobloccante meccanico. Nell’affrontare una curva, il dispositivo regola la frenata della ruota posteriore interna, accompagnando la vettura nella traiettoria della sterzata, aumentandone la precisione.

In alternativa al servosterzo elettromagnetico con rapporto di trasmissione variabile e impulsi di sterzata, di serie, viene proposto tra gli optional il servosterzo Plus, che conferisce una maggiore manovrabilità nel traffico cittadino e nei parcheggi.

Di serie anche il sistema di regolazione automatica PSM (Porsche Stability Management), per l’ottimizzazione del sistema frenante, che sui modelli GTS è dotato di pinze fisse monoblocco in alluminio di colore rosso, a 4 pistoncini, e dischi forati autoventilati. Il freno di stazionamento è elettrico. È opzionale il sistema frenante PCCB (Porsche Ceramic Composite Brake), con dischi in carboceramica.

Vista posteriore
Vista posteriore

Sulla 718 Cayman GTS troviamo i cerchi da 20” Carrera S, neri. Le ruote anteriori 8J x 20 ET 57 montano pneumatici 235/35 ZR20 (88Y), mentre le ruote posteriori 10J x 20 ET 45 montano i 265/35 ZR20 (95Y).

Il sistema di illuminazione della 718 Cayman GTS prevede, di serie, fari principali Bi-Xenon con luci diurne a LED integrate. Troviamo – tra gli optional – il PDLS (Porsche Dynamic Light System), che include tra l’altro la regolazione dinamica della profondità d’illuminazione, per una visuale ottimale e una maggiore sicurezza di guida. Sulla 718 Cayman GTS, pilota e passeggero sono protetti da Airbag full-size.

Abitabilità e comfort di guida… in ogni “Mode”

L’elegante e accattivante design degli interni – ricchi di particolari in Alcantara – punta al “total black”, che esalta il carattere della 718 Cayman GTS. Di serie i sedili sportivi Plus con regolazione elettrica dello schienale e regolazione manuale sia longitudinale che dell’altezza.

Regala emozioni il pacchetto Sport Chrono di serie. Insieme al tasto “mode” sul volante sportivo GT, che permette di scegliere tra quattro diverse modalità di guida. Sempre di serie l’app PTP (Porsche Track Precision), che consente tra l’altro di registrare i dati di guida sul proprio smartphone.

Porsche 718 Cayman GTS: infotainment e prezzo

L’impianto multimediale “Porsche Communication Management”, viene fornito di serie, compresa la predisposizione del modulo telefono e le interfacce audio. Di serie anche il “Sound package Plus”, con amplificatore integrato e 8 altoparlanti, per una potenza totale di 150 watt.

Il prezzo base della 718 Cayman GTS è di 80.491 euro IVA compresa, che includono una dotazione di serie più generosa, rispetto ai modelli precedenti.

Video interessanti

  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili