Peugeot 208: piccola, originale e anche elettrica

Peugeot 208

Presentata al Salone di Ginevra 2019, la neonata Peugeot 208 esordirà sul mercato a partire dall’autunno. Si tratta di una berlina due volumi costruita sulle linee della ben più grande Peugeot 508. Una piccoletta (circa 4 metri di lunghezza) dal grande carattere e per questo già disponibile alla prenotazione: online e in tutte le motorizzazioni. La due volumi disegnata dagli ingegneri di Parigi, sarà infatti disponibile con motore diesel, a benzina ed elettrico.

Peugeot 208: design e interni

La nuova Peugeot 208 si fa apprezzare innanzitutto per l’originalità. Decisamente non banale, soprattutto all’anteriore, dove – accanto all’ampia calandra – spiccato le luci diurne dalla forma decisamente particolare. Due grandi zanne da tricheco che sembrano proseguire la linea dei fari, inediti e a tre elementi, come la zampata di un grande felino.

Dettagli fanale posteriore
Dettagli fanale posteriore

Un particolare ripreso dalle luci posteriori, grintose e sportive come lo spoiler che spunta dal tettuccio. Per il resto le linee sono leggermente bombate a eccezione dei fianchi, dove la due volumi francese presenta delle ampie rientranze dalle quali si sviluppano le minigonne laterali.

All’interno, invece, la nuova Peugeot 208 presenta degli allestimenti da categoria superiore, compreso lo schermo dell’infotainment da 5, 7 o 10 pollici (una misura che varia a seconda dell’allestimento). Il volante è di forma ovale, appiattito verso il guidatore e in alto, per ottimizzare la visibilità del quadro completamente digitale.

Non sappiamo ancora quante saranno le configurazioni (l’esordio del configuratore non è ancora avvenuto), ma saranno cinque gli allestimenti:

  • Like,
  • Active,
  • Allure,
  • GT Line
  • GT.
Interni della Peugeot 208
Interni della Peugeot 208

Peugeot 208: motore e prestazioni

La Peuget 208, che esordirà sul mercato sul calare del 2019, sarà subito disponibile in tutte e tre le sue motorizzazioni. Per la precisione, la due volume parigina potrà essere acquistata con motore benzina PureTech da 1.199 centimetri cubi di cilindrata, un 1.2 litri da 3 cilindri e 75, 100 o 130 cavalli. In alternativa, sarà possibile acquistare la berlina Peugeot con motore diesel BlueHDi 4 cilindri da 1.499 cc e 1.5 litri in grado di erogare 100 cv di potenza.

Non solo, la nuova 208 sarà immediatamente acquistabile anche motorizzata elettrica. Un motore interessante e alimentato da una batteria da 50 kWh che dovrebbe essere in grado di produrre 136 cavalli per 100 Newton metri di coppia massima. Peugeot garantisce la batteria per 8 anni (o 160.000 km) e dichiara un’autonomia di 340 km. Ricarica rapida (80%) in appena trenta minuti.

Oltre alle motorizzazioni, la nuova Peugeot 208 si fa notare per la funzione stop&go e per il cambio EAT a 8 rapporti. Sono 6, invece, le marce previste per il cambio manuale.

Versione elettrica
Versione elettrica

Prima il noleggio

Non sono stati ancora resi noti i prezzi della nuova Peugeot 208, se non quelli relativi al noleggio a lungo termine che dovrebbe avere la precedenza. La formula scelta dalla casa parigina è quella che si sviluppa lungo quattro anni e 60.00 chilometri. Un primo acconto da 5.900 euro e successive 47 rate di importo variabile a seconda della motorizzazione e dell’allestimento scelti. Il prezzo delle rate dovrebbe comunque oscillare tra i 289 e i 349 euro.

Video interessanti

  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Consigli utili per la guida in pista
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta