Mercedes Benz GLE, non un semplice SUV

Mercedes Benz GLE

Mercedes Benz GLE è la nuova versione 2019 della precedente ML da cui adotta il pianale e ne aumenta il passo con benefici in termini dimensionali raggiungendo ben 4.92m di lunghezza, quasi 3m di passo, 1.80 di altezza e larghezza 1.93.

Una vettura che cambia molto nel frontale con una calandra più grande e un design della parte bassa che ricorda molto per linee, forme e prese d’aria quelle di classe A e altri modelli di Stoccarda. Anche i gruppi ottici sono diversi e molto addolciti grazie alle linee morbide e arrotondate. I fari sono full led matrix con capacità di illuminazione di 600mt. La mascherina del radiatore ha una reinterpretazione ottagonale, la protezione del paracolpi è rifinita in color cromato. Infine il cofano motore ha due powerdome.

Interni della Mercedes Benz GLE
Interni della Mercedes Benz GLE

Mercedes Benz GLE: design

Il taglio laterale rimane abbastanza pulito da prese d’aria e nervature se non per due piccoli sfoghi verticali in corrispondenza dei passaruota vicino al paraurti anteriore. Ulteriore dettaglio è poi il montante posteriore a vista con linea diagonale tipico di questo modello fin dal suo primo debutto.

Il posteriore cambia con due nuovi gruppi ottici quasi identici a quelli che troviamo su classe A, quindi una geometria triangolare molto più spigolosa e tagliente rispetto ai fari anteriori. I gruppi ottici posteriori adottano naturalmente tecnologia led e son uniti per l’intera larghezza da un fascio cromato molto elegante. Per quanto riguarda il paraurti sono integrati i due scarichi laterali a forma quadrilatera e due prese d’aria sviluppate in verticale da ambo i lati. I cerchi vanno da un minimo di 18 pollici fino ad un massimo di 22.

Interni

Il bagagliaio ha una capacità di 825 litri, spazio ce n’è a volontà anche se si considera che abbattendo i sedili nella ripartizione 40-20-40 si arriva a raggiungere una capienza di ben 2000 litri di capacità. Inoltre il portellone del bagagliaio è elettroattuato sia in apertura che in chiusura.

Dal punto di vista degli interni il primo aspetto da tenere in considerazione è il confort, l’entrata nell’abitacolo è davvero agevole sia per l’altezza da terra sia per la grandezza delle portiere. Una volta seduti i sedili fanno perfettamente il loro lavoro, c’è tanto spazio ma allo stesso tempo delle sponde laterali contenitive per evidenziare il carattere anche sportivo di questa vettura nell’off road. Anche nell’abitacolo posteriore la situazione è la medesima grazie alla regolazione dei sedili per quanto riguarda inclinazione e profondità e dei poggiatesta, il tutto gestito elettricamente grazie a dei tasti posizionati sui pannelli porta.

Dettagli cerchi in lega
Dettagli cerchi in lega

Mercedes Benz GLE: materiali superlativi

I materiali utilizzati sono molteplici e sempre ben combinati tra loro. La qualità è superlativa e l’assemblaggio davvero ottimo, difficile dare anche una sola critica a Mercedes nello sviluppo interiore delle sue vetture. I materiali spaziano molto: pelle disponibile con configurazioni bicolore come quelle dei sedili o dei pannelli porta, radica, alluminio lucido o satinato e plastica(per la parte bassa delle portiere) molto resistente e piacevole al tatto.

Il design anche qui intoccabile, Mercedes fa centro in questa nuova GLE che adotta il percorso stilistico degli altri modelli a listino. Forse unico “difettuccio” ma va a gusto puramente personale è il nuovo design delle bocchette di aerazione che abbandonano la forma circolare (simili a delle turbine d’aereo) e adotta una forma rettangolare ad angoli smussati un po’ meno grintosa e più “retrò” a primo impatto. Molto piacevole la linea del tunnel centrale che fornisce ampi spazi per collocamento oggetti e due maniglie di sostegno ben integrate nel design generale, il cruscotto rimane pulito e segue una linea orizzontale per l’intera larghezza della plancia.

Tanta tecnologia anche per i più “smanettoni”

La tecnologia non manca grazie al nuovissimo sistema MBUX e ai due schermi da 12.3 pollici integrati in un’unica struttura rettangolare sviluppata sempre orizzontalmente col cruscotto. Ben 40 funzioni in più rispetto al sistema montato sulla nuova classe A tra cui la forse più interessante è la gestione e-mail che permette di leggere quelle ricevute e dettare il messaggio al sistema nel caso si voglia inviarne una. il tutto è comandato tramite tasti fisici e touchscreen sia sul volante che sul tunnel centrale (dove è collocato il cambio e poco sopra il touchpad per le gesture di controllo dell’infoteiment). A migliorare l’esperienza di utilizzo e la comodità anche per il passeggero è lo schermo touchscreen dell’infoteiment.

Vista laterale

È presente poi cruise control adattivo che regola automaticamente la velocità in relazione al veicolo che precede e se si inserisce l’indicatore di direzione effettua autonomamente il sorpasso naturalmente in massima sicurezza restando. Altra “chicca” è il line assistrant che consente di rimanere perfettamente al centro della corsia durante la guida.

Tra i sistemi di sicurezza sono integrati: il controllo dell’angolo cieco che rimane attivo anche a vettura ferma, il sistema di antisbandamento, sistema di riconoscimento automatico dei segnali stradali, sistema di assistenza alla frenata attivo, sistema PRE-SAFE.

Peculiarità tecnica

Airmatic+ active body control: un sistema sviluppato interamente da Mercedes per la gestione delle sospensioni che assimila differenti funzioni tra cui la più particolare la “curve”, questa permette di inclinare la vettura a seconda della direzione della curva riducendo notevolmente le forze trasversali. Ha anche una funzione di telecameraggio stereoscopico che permette di monitorare perfettamente tutte le asperità del terreno rendendo GLE già pronta prima di incontrare l’ostacolo. Infine ogni sospensione è controllata indipendentemente e nell’off road questo può essere un gran vantaggio per distogliersi da qualche “impiccio” di percorso.

Trazione 4 matic con sistema torque on demand: trazione quindi integrale ma con la possibilità di ripartire la trazione tra avantreno e retrotreno 0-100  e non più quindi solo 50-50.

Vista Frontale

Motorizzazioni e prezzi

Le motorizzazioni disponibili montano propulsori ancora più “grintosi” ed efficienti passando dal 4 cilindri diesel fino al benzina 6 cilindri elettrificato e al potente V8. I motori benzina dispongono di un ulteriore alimentazione con turbocompressore a gas di scarico e con un alternatore starter integrato ossia un compressore elettrico supplementare che in accelerazione garantisce un aumento di potenza di 22cv e 250Nm di coppia in più.

  • I diesel sono: 4 cilindri da 2.0 litri con 204cv/ 6 cilindri da 3.0 litri con 258cv
  • I benzina sono: 6 cilindri da 3.0 litri con 333cv/ 8 cilindri da 4.7 litri con 455 cv
  • La versioni amg è: 8 cilindri da 4.7 litri con 557/585cv

Il prezzo parte dai 59000 euro per il diesel 4 cilindri fino a superare i 130000 euro per le versioni amg.

Video interessanti

  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili