Jaguar XJ, tutta la lunghezza del lusso

Jaguar XJ

Lunga, anzi, lunghissima. La Jaguar XJ è una berlina dallo stile impeccabilmente british e dalla comodità che è propria solo delle grandi ammiraglie. Da punta a coda misura ben 513 centimetri, ma non è tutto.

Gli ingegneri di Coventry hanno pensato a una versione della tre volumi a passo lungo, per avere ancora più spazio a bordo. In questo caso, i centimetri diventano 525, con un peso che cresce di appena venticinque chili (da 1.760 kg a 1.785). Restano invece invariate larghezza (195 cm) e altezza (146 cm).

Jaguar XJ: design e interni

Raffinata e lussuosa. Le linee della Jaguar XJ richiamano quelle già apprezzate sulla XF, compresa la grande mascherina con trama a nido d’ape che si sviluppa (anche) in verticale. L’impressione è quella di una vettura affusolata e dai disegni armonici, elegante ma con una nota di sportività. Molto bello il frontale, con gli inserti cromati e i fari full LED dalla forma ondulata. Decisamente suggestiva la linea del tetto, che scivola dolce a confondersi con la coda in maniera totalmente naturale e mai imprevista. Al posteriore, la XJ è immediatamente riconoscibile dalle maschere delle luci posteriori LED a forma di J.

Interni della Jaguar XJ
Interni della Jaguar XJ

Internamente, la Jaguar XJ è bella e lussuosa. Ma anche sportiva. I dettagli sono curati fin nei particolari e la pelle (in numerose varianti) si alterna ottimamente alla radica. Il volante tre razze lascia intravedere il grande display TFT da 12,3 pollici del cruscotto caratterizzato dai tre quadranti tipici delle vetture del giaguaro.

I sedili, estremamente confortevoli, sono disponibili con cuciture doppie e, volendo, con tonalità a contrasto. La tecnologia a bordo è tanta, come testimoniato dal Wi-Fi erogato dal sistema Touch Pro. Mentre con il sistema Remote Premium ci si può connettere anche a distanza. Ottimi anche i sistemi InControlApp per l’utilizzo delle app in fase di guida e Pro Services per le informazioni su viabilità, rifornimento e parcheggio.

Ampio, inoltre, il bagagliaio, da 478 litri per entrambe le versioni. A bordo, infine, si viaggia in assoluta comodità, pure nei lunghi tragitti e anche in cinque. In questo senso, si apprezza maggiormente la versione a passo lungo dove, chi siede dietro, ha lo spazio persino per accavallare le gambe.

Vista posteriore
Vista posteriore

Motore e prestazioni

La Jaguar XJ è disponibile in un’unica motorizzazione alimentata a gasolio. Si tratta di un ottimo 6 cilindri 3.0 litri che si fa apprezzare per la presenza di 2.993 centimetri cubi alla voce cilindrata. Non solo, i cavalli sono la bellezza di 300 e vengono erogati alla velocità di 4.000 giri al minuto mentre i Newton metri di coppia massima arrivano a 700.

Niente male per una vettura che appartiene al settore delle vetture di lusso invece che a quello delle auto sportive. Non si scherza neppure a livello di prestazioni. Basti dire che la cinque posti targata XJ arriva fino ai 250 chilometri orari di velocità massima e passa da zero a cento in poco più di sei secondi (6,2). Le prestazioni restano analoghe anche nella tre volumi a passo lungo.

Jaguar XJ: prezzo e consumi

Due versioni, normale e a passo lungo, e un buon numero di allestimenti per la Jaguar XJ. La versione a passo standard è disponibile negli allestimenti Luxury, Premium Luxury, Portfolio, XJ50 e R-Sport. La XJ a passo lungo, invece, è acquistabile esclusivamente negli allestimenti Portfolio e Autobiography. La più economica?

Vista laterale
Vista laterale

Decisamente la berlina del giaguaro il allestimento Luxury ( e dunque a passo standard), che è venduta a partire da 89.180 euro. Non uno sproposito, considerando la qualità e l’estetica della tre volumi britannica. Ciò nonostante, la Jaguar XJ è in grado di superare ampiamente la soglia psicologica dei centomila euro, almeno negli allestimenti Portfolio, R-Sport e Autobiography. Quest’ultima si definisce come la più costosa (125.090 euro).

Uniformi, invece, i consumi e le emissioni. La Jaguar XJ, sia a passo lungo che a passo standard, si avvantaggia del consumo di circa 7,5 litri di carburante nella percorrenza di cento chilometri. Facendo la conversione, si tratta di poco meno di tredici chilometri e mezzo con un litro di gasolio. Con riferimento alle emissioni, sono circa 184 i grammi di anidride carbonica emessi dalla cinque posti di Cobentry ogni chilometro di strada.

Video interessanti

  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili