Ferrari 488 Pista Spider, un fulmine tra cielo e asfalto

Ferrari 488 Pista Spider

Parlare della Ferrari 488, significa raccontare la storia di un modello di successo. Dopo GTB, Spider e Pista, gli uomini di Maranello hanno svelato la Ferrari 488 Pista Spider. Un debutto avvenuto in occasione dei 120 anni del Salone dell’automobile di Parigi. Un doppio anniversario, considerato che la spider presentata nell’autunno 2018 è il cinquantesimo modello scoperto prodotto dalla casa del cavallino rampante. Oltre che il più potente.

Un quintale più pesante della versione coupé, la Ferrari 488 Pista Spider è tuttavia più leggera della 488 Spider di ben quaranta chili. Non solo, il nuovo V8 biturbo Ferrari, ultimo capitolo di una serie di strepitoso successo, porta in dote cinquanta cavalli di potenza in più.

Ferrari 488 Pista Spider: il design

Esternamente, le linee della Ferrari 488 Pista Spider ricalcano fedelmente quelle della versione coupé. Anche in questo caso, è ampio l’utilizzo del carbonio allo scopo di alleggerire la decapottabile del peso non necessario. Oltre a paraurti, cofano motore e spoiler (di serie), Ferrari rende disponibile la configurazione dei cerchi monolitici in fibra di carbonio (opzionali).

Interni della F488 Pista Spider
Interni della F488 Pista Spider

Al posteriore, spicca invece il lunotto realizzato interamente in Lexan. Sempre in continuità con la versione coupé, la Ferrari 488 Pista Spider presenta una tripla banda colorata che la divide a metà lungo l’asse longitudinale. Una livrea aggressiva che caratterizza anche la capote, rigida come sulla 488 Spider. Interessanti la conferma del sistema S-Duct e l’impiego dei flick laterali che richiamano ai modelli da corsa Challenge e GTE.

Interni

Anche all’interno, la Ferrari 488 Pista Spider si caratterizza per un disegno fortemente sportivo. Come nella versione coperta, gli ingegneri di Maranello hanno eliminato il cassetto portaoggetti snellendo sensibilmente la plancia. Un abitacolo che si caratterizza per il massiccio impiego del carbonio e dell’Alcantara per i rivestimenti. Non solo, le cuciture manuali a contrasto, la pedana poggiapiedi, il battitacco in alluminio mandorlato e il volante da corsa contribuiscano ad accentuare lo spirito Racing di questo gioiello decappottabile.

Prestazioni

Per il terzo anno consecutivo, l’otto cilindri di Maranello si è aggiudicato il premio di Best Engine of the Year. Una garanzia per la F488 Pista Spider la cui anima ruggisce grazie a questo sensazionale V8 biturbo capace di erogare 720 cavalli di potenza a 8.000 giri al minuto. In accelerazione, le prestazione della due posti decappottabile sono assimilabili a quelle della versione coperta.

Vista laterale
Vista laterale

La Ferrari 488 Pista Spider è in grado di passare da 0 a 100 chilometri orari in 2,85 secondi. Sono invece otto, i secondi necessari per toccare i duecento all’ora. Un motore da 3.902 centimetri cubi di cilindrata che consente alla spider del Cavallino di portarsi fino alla velocità massima di 340 chilometri l’ora.

Oltre al motore, la Ferrari 488 Pista Spider è un gioiello anche dal punto di vista elettronico grazie al Side Slip Control (SSC) di sesta generazione per il controllo della dinamica della vettura. Come la versione coupé, la più potente delle spider targata Maranello può contare sul differenziale elettronico E-diff 3, sui sistemi F1-Trac e Ferrari Dynamic Enhancer (FDE). Oltre all’eccellente Cambio F1 a doppia frizione 7 marce.

Prezzo e consumi

Il prezzo della Ferrari 488 Pista Spider si aggira intorno ai 300 mila euro. Una cifra in tutto e per tutto simile a quella della versione con tettuccio e circa 50 mila euro superiore alla versione senza pista.

Sia consumi che emissioni, sono invece in linea con i dati relativi agli altri modelli della rossa 488: 12,8 i litri consumati ogni centro chilometri, 289 i grammi di anidride carbonica emessi ogni mille metri.

Vista Posteriore
Vista Posteriore

Scheda tecnica della Ferrari 488 Pista Spider

Lunghezza: 4,605 metri
Larghezza: 1,975 metri
Altezza: 1,206 metri
Peso: 1.380 kg
Passo:2,650 metri
Carreggiata anteriore: 1,679 metri
Carreggiata posteriore: 1,649 metri

Motore: V8 – 90°
Cilindrata: 3902cm3
Potenza massima: 530 kW (720 cv) a 8000 giri al minuto
Regime massimo: 8.000 giri / minuto
Cambio: Cambio F1 Doppia Frizione a 7 marce

Accelerazione 0-100 km/h: 2,85 secondi
Accelerazione 0-200 km/h: 8,0 secondi
Decelerazione 100-0 km/h: 29,5 metri
Velocità massima: 340 chilometri orari

Consumi urbani dichiarati: 19,4 litri / 100 km
Consumi extraurbani dichiarati: 11 litri / 100 km
Consumi medi dichiarati: 12,8 litri / 100 km

Emissioni urbane dichiarate: 439 grammi di CO2 / km
Emissioni extraurbane dichiarate: 248 grammi di CO2 / km
Emissioni media dichiarate: 289 grammi di CO2 / km

Video interessanti

  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie