Citroën C4 Cactus: sportività e comfort in pieno stile francese

Citroën C4 Cactus: sportività e comfort in pieno stile francese

Da Citroën arriva una proposta originale, frizzante e anticonvenzionale pensata per sparigliare le carte del segmento C, spesso caratterizzato da linee sobrie e stantie. Il vento di novità si chiama C4 Cactus e propone una nuova berlina compatta dotata degli ultimi ritrovati tecnologici. Come vedremo nel corso di questa recensione, non mancano infatti le proposte innovative tanto dal punto di vista dell’hi-tech quanto del comfort.

Si pensi, ad esempio alle nuove sospensioni progressive PHC, in grado di garantire quello che gli ingegneri francesi definiscono come un effetto di percorrenza da “tappeto volante”. Ma questa vettura si caratterizza anche per le ampissime possibilità di personalizzazione, pensate per sedurre anche la clientela più attenta ed esigente. Vediamo insieme tutti i dettagli riguardo questa compatta partendo dalle misure esterne e dallo stile della carrozzeria.

Citroën C4 Cactus: dimensioni e design

Partiamo come da tradizione dalle misure che caratterizzano la vettura. Quest’ultima si estende infatti in lunghezza per 4,17 metri ed in larghezza per 1,73 metri, mentre l’altezza da terra corrisponde a 1,49 metri. Dal punto di vista del design esterno l’auto è stata rinnovata ad inizio 2018 e presenta una linea fresca e originale. Anteriormente il restyling ha portato verso un allontanamento dal concept iniziale orientato al mondo dei crossover, per interpretare in pieno il ruolo di piccola berlina. spiccano quindi le luci diurne LED integrate nelle linee che danno forma centralmente al logo del marchio.

Vista laterale

Più in basso si trova la piccola mascherina, che ospita al centro la targa della vettura. Lateralmente troviamo gli altri gruppi ottici, mentre più in basso sono posizionati i fendinebbia. A caratterizzare il frontale è anche il grande parabrezza, che risulta bello esteticamente e funzionale per quanto concerne la luminosità degli interni. Complessivamente, questa parte dell’auto risulta ampia ed espressiva. Interessante è anche la rivisitazione delle fiancate. Rispetto al modello precedente risultano generose soprattutto nel posteriore.

Gli ampi passaruote sono evidenziati dalle protezioni in plastica dura, pensata per dare protezione e robustezza. A tale scopo sono stati studiati anche i nuovi Airbump, una prerogativa esclusiva della casa francese. Posteriormente la vettura assume una forma lineare. Il lunotto è piuttosto piccolo e richiede il ricorso alla strumentazione di assistenza (videocamera e sensori di distanza) nel caso di parcheggi complessi.

Rispetto alla versione precedente scompare inoltre la fascia in plastica nera tra le luci, che risultano ora integrate orizzontalmente nel baule. Da sottolineare è l’elevata possibilità di personalizzazione, a partire dalle 31 combinazioni esterne mixabili con 9 diverse tinte della carrozzeria e con 4 Color Pack (oltre che con 5 diverse tipologie di interni).

Le motorizzazioni disponibili

Dal punto di vista dei propulsori la Citroën C4 Cactus offre interessanti soluzioni sia per quanto concerne l’alimentazione tradizionale che per il gasolio. Nel primo caso troviamo l’efficiente 1200 CM3 disponibile con potenza da 110 cavalli e 81 Kw oppure da 131 cavalli e 96 kw. In entrambi i casi i consumi risultano contenuti attorno ai 4,6-4,8 litri ogni 100 chilometri.

Sono due anche le proposte con alimentazione a gasolio, entrambe basate sulla cilindrata da 1.499 CM3. In questo caso troviamo rispettivamente una versione d’ingresso con potenza da 102 cavalli e 75 Kw ed una seconda scelta con potenza da 120 cavalli e 88 Kw. I consumi si attestano attorno ai 3,8-3,9 litri ogni 100 chilometri. Tutte le motorizzazioni sono omologate secondo la più recente normativa Euro 6D-Temp.

Interni della C4 Cactus
Interni della C4 Cactus

C4 Cactus: interni

In merito agli interni, la formula scelta da Citroën consiste nell’unire il design originale con la ricerca del massimo comfort. La formula si concretizza nel programma Citroën Advanced Comfort, pensata per garantire la massima sensazione di leggerezza durante la marcia. Un risultato ottenuto anche grazie alle nuove sospensioni dotate di smorzatori idraulici progressivi, un brevetto esclusivo della casa automobilistica francese. A tutto ciò si aggiungono i numerosi sistemi di assistenza alla guida e le diverse tecnologie di connettività.

Dal punto di vista del design, l’abitacolo è caratterizzato da linee morbide e piacevoli. Il grande parabrezza offre elevata luminosità, mentre al centro della plancia spicca il touchscreen. La posizione di guida è invece contraddistinta da sedili in grado di sostenere confortevolmente il guidatore. A scelta questi possono avere anche una imbottitura in schiuma poliuretanica, spessa fino ad un centimetro e mezzo.

Quest’ultima è pensata per assorbire ulteriormente le inevitabili vibrazioni della strada. Il volante consente di trovare facilmente una corretta posizione di guida. Quest’ultimo presenta inoltre i comandi integrati e lascia trasparire con semplicità le indicazioni del cruscotto posizionato posteriormente.

Gli spazi risultano infine ben distribuiti per ospitare agevolmente cinque passeggeri, mentre i numerosi portaoggetti permettono di mantenere l’ordine interno senza particolari sforzi. Complessivamente l’abitacolo è comodo, ordinato e al contempo originale. Molto del giudizio finale dipende quindi dal gusto del singolo, anche considerando l’elevata possibilità di personalizzazione.

Vista anteriore

Gli allestimenti e gli optional disponibili

La dotazione presente nella nuova Citroën C4 Cactus offre di serie in tutte le versioni Abs, numerosi airbag, controllo centralizzato della chiusura, retrovisori elettrici, regolatore di velocità e servosterzo. Per chi desidera di più vi è ampia possibilità di scelta negli optional.

Rispetto a quest’ultimi, può essere interessante anche salire di allestimento. Si parte infatti dalla versione di base Feel per crescere con la Shine e la Origins. La differenza di prezzo tra la prima e l’ultima corrisponde a quasi 4mila euro. Nel mezzo sono quindi possibili numerose quanto ricche personalizzazioni.

Citroën C4 Cactus: prezzo e considerazioni finali

Siamo giunti al termine della nostra recensione ed è arrivato quindi il momento di confrontarsi con il listino della vettura. La Citroën C4 Cactus è proposta con un prezzo di ingresso da 19900 euro, per proseguire fino alle oltre 26mila euro della versione top di gamma in alimentazione diesel. Ovviamente anche per questo modello non mancano le periodiche promozioni, in grado di far scendere il livello d’ingresso per una versione sufficientemente accessoriata attorno alle 16-17mila euro.

Come per le altre case automobilistiche, sono inoltre presenti diverse soluzioni in favore di coloro che preferiscono sottoscrivere un finanziamento al fine di acquistare l’auto a rate o attraverso la  conveniente formula a riscatto (con valore futuro garantito). Il tutto con un’ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Video interessanti

  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare