BMW Z4 Roadster, due posti dalle mille anime

BMW Z4 Roadster

Una vettura, infinite possibilità di configurazione. Il bello della nuova BMW Z4 Roadster non è solo la guida en plein air, comunque entusiasmante. Il punto di forza della ridisegnata due posti dell’elica è invece la grande duttilità. Qualità, questa, che le permette di assecondare le svariate esigenze del mercato, nonché i capricci dei clienti più esigenti. E poco importa se tali esigenze sono dettate dal portafoglio o dall’umore, la Z4 è una vettura per tutte le occasioni. Purché siano sportive. 

Nove versioni più uno. Come detto, la nuova BMW Z4 Raodster si plasma a seconda delle esigenze dell’acquirente e, oltre a tre motorizzazioni distinte, è disponibile in tre differenti allestimenti. Più uno, appunto. Si perché, oltre alle versioni Base, Advantage e Sport, gli ingegneri bavaresi hanno pensato per la due posti dell’elica un ulteriore allestimento: quello M Sport, molto più aggressivo e performante alla voce aerodinamica.

BMW Z4 Roadster: design e interni

Esternamente, la BMW Z4 Roadster ricalca le linee delle versioni precedenti, ma si distingue soprattutto per le dimensioni maggiori (è più lunga) e per una cospicua perdita di pesa, 65 chilogrammi in meno dovuti in larga parte al ritorno a tettuccio in tela. La calandra a doppio rene tipica delle vetture BMW presenta un design a maglia in alluminio satinato o Cerium Grey mentre i cerchi sono in lega con le dimensioni che variano dai 17 ai 19 pollici.

All’interno, i diversi allestimenti della BMW Z4 Roadster presenta una dotazione comune con numerosi optional ad arricchire le versioni Advantage e Sport. L’abitacolo è in linea con le più recenti figlie della casa dell’elica e presenta sedute molto basse e regolabili. Gli schermi sono grandi (10,25 e 12,3 pollici) anche se non sempre di facile lettura. I sedili sono in pelle Vernasca Black (che si alterna all’Alcantara nella versione M Sport), la plancia strumenti è realizzata in Sensatec e le modanature possono essere in nero lucido o in alluminio Tetragon per la versione M.

Qualche differenza anche al peso: molto vicine le Z4 motorizzate sDrive20i (1.480 kg a secco) e sDrive30i (1.450), mentre risulta ben più pesante la versione con motore M40i (1.610 chilogrammi complessivi).

Interni della BMW Z4 Roadster
Interni della BMW Z4 Roadster

Prestazioni

La BMW Z4 Roadster è presente sul mercato con tre distinte motorizzazioni: sDrive 20i, sDrive30i ed M40i. Molto simili i primi due, sDrive20i e sDrive30i dispongono entrambi di 4 cilindri per 1.998 centimetri cubi di cilindrata. La differenza sta da un lato nei cavalli, 197 per il primo (erogati tra i 4.500 e i 6.500 giri al minuto), 258 per il secondo (erogati tra i 5.000 e i 6.500 giri al minuto), e dall’altro nella coppia massima, con uno scarto di 80 Newton metri a vantaggio del più performante sDrive30i (400 Nm a 320).

Una differenza che si traduce, come è ovvio, nelle prestazioni. Non tanto nella velocità massima, dove con motore sDrive30i la BMW Z4 Roadster può spingersi fino ai 250 chilometri orari, qualcosa in più dei 240 km/h che otterrebbe con il quattro cilindri sDrive20i nel vano motore. Quanto piuttosto nella capacità di accelerazione: il motore sDrive30i è in grado di spedire la due posti bavarese da zero a cento in 5,4 secondi contro i 6,6 necessari al propulsore sDrive20i.

Tutt’altro discorso per il motore M40i, un 6 cilindri dalla cilindrata decisamente più consistente visti i 2.998 centimetri cubi complessivi. Non solo, il numero dei cavalli sale a 340 (sempre tra i 5.000 e i 6.500 giri al minuti), così come i Newton metri della coppia massima che lievitano fino a 500. Non a caso, la BMW Z4 Roadster con motore M40i è in grado di lanciarsi da ferma sino ai cento chilometri orari in appena 4,5 secondi. Mentre resta invariata la velocità di punta (250 km/h).

Discorso diverso per il cambio, con tutte e tre le versioni dotate di un automatico Steptronic a 8 marce, ma per il 4 cilindri sDrive20i sarà possibile optare eventualmente per un manuale a sei rapporti.

Prezzi e consumi

Tante anche le opzioni di prezzo. La BMW Z4 Roadster offre molteplici combinazioni e per questo il costo è in grado di variare anche piuttosto velocemente. Si parte dai 49.390 del modello base per salire ai 51.040 della versione Advantage e ai 53.490 della Sport. Allo stesso modo, rispetto al motore sDrive20i, il 4 cilindri sDrive30i si distingue per un incremento di prezzo di 6.740 euro, che diventano 20.440 in più con a bordo il 6 cilindri M40i. In più, aggiungendo il pacchetto M Sport, il prezzo lieviterà di ulteriori 6.300 euro.

Differenze importanti anche riguardo a consumi ed emissioni. Sono rispettivamente tra 5,7 e 6,1 (sDrive20i e sDrive30i) e 7,4 (M40i) i litri di benzina necessari alla BMW Z4 Roadster per percorrere cento chilometri. Mentre rispetto ai 131-139 grammi di anidride carbonica emessi per chilometro dalle due propulsioni a 4 cilindri, quelli rilasciati dal 6 cilindri BMW sono ben 168.

Vista dall'alto
Vista dall’alto

Scheda tecnica della BMW Z4 Roadster

Lunghezza: 4,324 metri
Larghezza: 1,864 metri
Altezza: 1,304 metri
Peso: 1480 kg (sDrive20i) / 1490 kg (sDrive30i) / 1610 (M40i)
Passo: 2,470 metri

Motore: 4 cilindri sDrive20i / 4 cilindri sDrive30i / 6 cilindri M40i
Cilindrata: 1.998 cm3 (sDrive20i e sDrive30i) / 2.998 (M40i)
Potenza massima: 145 kW (197 cv) sDrive20i  / 190 kW (258 cv) sDrive30i / 250 kW (340 cv) M40i
Coppia massima: 320 Nm (sDrive20i) / 400 Nm (sDrive20i) / 500 Nm (M40i)
Cambio: automatico Steptronic a 8 rapporti (sDrive20i disponibile anche con manuale 6 marce)

Accelerazione 0-100 km/h: 6,6 secondi (sDrive20i) / 5,4 secondi (sDrive30i) / 4,5 secondi (M40i)
Velocità massima: 240 km/h (sDrive20i) / 250 km/h (sDrive30i e M40i)

Consumi medi dichiarati: 5,7-6,1 litri /100 km (sDrive20i e sDrive30i) / 7,4 (M40i)

Emissioni media dichiarate: 131-139 grammi di CO2 / km (sDrive20i e sDrive30i) / 168 (M40i)

Z4 Roadster sDrive20i: a partire da € 49.390
Z4 Roadster sDrive30i: a partire da € 56.130
Z4 Roadster M40i: a partire da € 69.830

Video interessanti

  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare