BMW Serie 3 Berlina, un grande classico ridisegnato

Ventiduesima generazione. Per oltre quaranta anni, dal 1975 ai giorni nostri, ventidue versioni di BMW Serie 3 Berlina si sono date il cambio per venire incontro alle esigenze di una fetta di mercato da sempre affollata. È il segmento D, quello dove trovano spazio le berline medio-grandi. Un settore nel quale la tre volumi dell’elica si è sempre trovata a proprio agio, recitando spesso da protagonista.

BMW Serie 3 Berlina: design e interni

La BMW Serie 3 Berlina è una berlina dalle forme eleganti e dalle dimensioni complessivamente contenute. Meno di cinque metri di lunghezza (471 cm) per circa 1.500 kg di peso, ma comunque confortevole, specie se si viaggia in quattro e non in cinque. Il bagagliaio ha una capienza di 480 litri ma, all’occorrenza, abbassando i tre posti del divano posteriore, lo spazio aumenta in maniera consistente.

Esternamente, la tre volumi bavarese, si caratterizza per le linee eleganti e sei differenti versioni: Base, Advantage, Business Automatic, Sport, Luxury e MSport. Versioni che presentano differenze soprattutto all’anteriore (maggiormente grintosa la MSport, ricca e lussuosa la Luxury) che tuttavia non rinuncia al doppio rene della calandra, un marchio di fabbrica in casa BMW. Molto belli i fari doppi a LED adattivi con Cornering Light, dal taglio affilato e con sviluppo orizzontale, disponibili anche con tecnologia Laser light.

Interni della BMW Serie 3 Berlina

Gli interni della BMW Serie 3 Berlina, si caratterizzano per l’ampio utilizzo della pelle Vernasca per le sedute, che in alternativa può essere sostituita da rivestimenti in stoffa, pelle ecologica o Alcantara (esclusivamente per la versione MSport). Per il resto, la plancia riprende lo stile pulito che BMW ha scelto per le proprie vetture di più recente realizzazione. Così come gli schermi, sempre due e nelle dimensioni da 12,3 e 10,25 pollici.

Prestazioni

La BMW Serie 3 Berlina è disponibile sul mercato in cinque differenti motorizzazioni, due benzina e tre diesel. Partendo dai motori alimentati a benzina, 320i e 330i, notiamo che si caratterizzano per un identico numero di cilindri (quattro), così come identica è la cilindrata (1.998 centimetri cubi). Le principali differenze stanno alla voce cavalli, dove il 330i stacca il 320i 258 cv a 185, e alla voce coppia massima, 400 Newton metri a 300, sempre a discapito del 320i. Se poi i valori di velocità di punta sono quasi identici (il 330i raggiunge i 250 km orari mentre il 320i si ferma a quota 240), lo stesso non può dirsi per la capacità di accelerazione: da 0 a 100 in 7,1 secondi per il 2.0 litri 320i, mentre sono 5,8 quelli impiegati dal quattro cilindri 330i.

Dettagli infotainment

Alcune differenze anche tra i motori a gasolio, 318d, 320d e 330d. Se i primi due possono vantare quattro cilindri e 1.995 centimetri cubi di cilindrata cadauno, il 330d si caratterizza per un più elevato numero di cilindri (sei) e per una cilindrata che arriva a 2.993 centimetri cubi. Differenze che proseguono agli indicatori del numero di cavalli e della coppia massima: si parte dai 150 cv e 320 Nm del quattro cilindri 318d, per arrivare ai 265 cv e 580 Nm del 3.0 litri 330d. In mezzo, i 190 cv e 400 Nm dell’altro quattro cilindri, il 2.0 litri 320d.

Non a caso, la BMW Serie 3 Berlina con motorizzazione diesel 330d risulta essere la più performante del lotto alimentato a gasolio (250 km/h di velocità massima e accelerazione 0-100 in 5,5 secondi). Più simile le prestazioni dei due quattro cilindri (226 km/h e 240 km/h le velocità di punta per 318d e 320d, mentre si accelera da 0 a 100 rispettivamente in 8,4 e 7,1 secondi).

Prezzi e consumi

Tanta varietà nei prezzi. Si parte dalla versione base (con motore 318d), sul mercato a partire da 38.700 euro. Più care le altre versioni, con un prezzo che oscilla tra i 41.650 euro della Advantage e i 47.750 della MSport. Stesso discorso per i motori. Rispetto al 318d, bisogna aggiungere “solo” 3.750 euro per avere il 2.0 litri 320i, ma ben 11.400 euro per godere delle prestazioni del sei cilindri 330d.

Lo stesso dicasi per consumi ed emissioni, dove si passa dai 5,8-6,0 litri di benzina ogni cento chilometri (e 132-136 grammi di anidride carbonica ogni mille metri) del 330i, ai 4,2-4,5 litri di gasolio ogni cento chilometri (e 113-122 di anidride carbonica ogni mille metri) del 318d.

Vista posteriore

Scheda tecnica della BMW Serie 3 Berlina

Lunghezza: 4,701 metri
Larghezza: 1,827 metri
Altezza: 1,435 metri
Peso: 1.445 kg (318d) / 1.450 kg (320d) / 1.470 (320i e 330i) /1.590 kg (330d)
Passo: 2,851 metri

Benzina

Motore: 320i (4 cilindri) / 330i (4 cilindri)
Cilindrata: 1.998 cm3
Potenza massima: 135 kW (184 cv) 320i / 190 kW (258 cv) 330i
Coppia massima: 300Nm (320i) / 400 Nm (330i)
Trazione: integrale
Cambio: automatico sequenziale a otto rapporti

Accelerazione 0-100 km/h: 7,1 secondi (320i) / 5,8 secondi (330i)
Velocità massima: 240 km/h (320i) / 250 (330i)

Consumi medi dichiarati: 5,5-5,8 l /100 km (320i) / 5,8-6,0 l /100 km (330i)

Emissioni media dichiarate: 126-132 g di CO2 / km (320i) / 132-126 g di CO2 (330i)

320i: a partire da € 42.450
330i: a partire da € 49.800

Diesel

Motore: 318d (4 cilindri) / 320d (4 cilindri) / 330d (6 cilindri)
Cilindrata: 1.995 cm3 (318d e 320d) / 2.993 cm3 (330d)
Potenza massima: 110 kW (150 cv) 318d / 140 kW (190 cv) 320d / 195 kW (265 cv) 330d
Coppia massima: 320Nm (318d) / 400Nm (320d) / 580 Nm (330d)
Trazione: anteriore o posteriore
Cambio: automatico sequenziale a otto rapporti (anche manuale per 310d e 320d)

Accelerazione 0-100 km/h: 8,4 secondi (318d) / 7,1 secondi (320d) / 5,5 secondi (330d)
Velocità massima: 226 km/h (320i) / 240 km/h (320d) / 250 (330d)

Consumi medi dichiarati: 4,2-4,5 l /100 km (318d) / 4,4-4,6 l /100 km (320d) / 5,0-5,1 l /100 km (330d)

Emissioni media dichiarate: 109-118 g di CO2 / km (318d) / 116-122 g di CO2 / km (320d) / 130-135 g di CO2 (330d)

318d: a partire da € 38.700
320d: a partire da € 40.550
330d: a partire da € 50.100

Video interessanti

  • Circuito Tazio Nuvolari: descrizione della pista e attività disponibili
  • Pista GoKart di Migliaro: descrizione e informazioni utili
  • Pista Azzurra di Jesolo: descrizione del kartodromo e informazioni utili
  • BMW M2 Competition, tutta un'altra grinta
  • Adria International Raceway: caratteristiche della pista, cosa vedere e cosa fare
  • Riccardo Agostini: biografia e prossimi eventi
  • Ferrari 458 Spider: un sogno a quattro ruote
  • Autodromo di Modena: descrizione del circuito e cosa fare
  • Campionato Italiano Gran Turismo: tappa a Imola dal 21 al 23 giugno
  • WSK Euro Series: l'ultima tappa a Adria dal 26 al 29 giugno
  • Consigli utili per la guida in pista
  • Mini Challenge 2019: Mugello, 4a tappa  (19 - 21 Luglio)
  • Lamborghini Huracán EVO, evoluzione della specie
  • Adria Karting Raceway: descrizione ed informazioni utili
  • BMW Serie 8 Coupé: la sportiva di lusso dell’Elica bavarese